La Rescifina cade a Ragusa. Sorpasso dell’Ad Maiora nell’ultimo quarto

Con un’ottima prestazione l’Ad Maiora Ragusa ha avuto la meglio sulle ragazze della Rescifina Messina nell’incontro valevole per la terza giornata del campionato femminile di serie B. Il finale di 46-42 dimostra il buon lavoro svolto finora dai due coach iblei, Leggio e Sgarlata. Partita non facile che alla fine ha evidenziato anche un ottimo stato di preparazione delle ragazze ragusane. I parziali hanno anche detto che l’equilibrio è stato alla base della partita giocata al PalaZama. Buona la prestazione di Anna Schembari (classe 2002) con 8 punti e di Daria Dimartino sotto le plance. Poi l’esperienza di Lara Schembari, con 11 punti, ha garantito la giusta tranquillità soprattutto nei minuti finali, fondamentali per il punteggio.

“Siamo stati davvero bravi a gestire una gara difficile e portarla dove volevamo noi.” Così il primo commento del coach Aldo Leggio. “Sapevamo di affrontare una squadra non facile da battere, onore anche alle nostre avversarie che hanno dimostrato di valere tanto – continua Leggio. Sappiamo anche che il nostro campionato sarà morbido, per consentire alle nostre atlete di confrontarsi con altre realtà molto organizzate. Ricordo che nel nostro resterà ci sono molte ragazze under 16 e 15 che fanno si di inserire la nostra squadra tra la più giovane del campionato e tra le più giovani d’Italia. Questi risultati – conclude Leggio – non fanno altro che farci bene.” La Rescifina Messina di coach Tonino Interdonato ha pagato le poche rotazioni a disposizione, incassando così il secondo stop in campionato e mercoledì recupererà la sfida contro la Magic Reggio Calabria rinviata a fine ottobre.

Ad Maiora Rg- Rescifina Me 46-42
Parziali 8-9; 10-7; 7-14; 21-12
Ad Maiora: Vitale, Licitra, Parrino 2, Schembari L 11, Firrito, Fazio 2, Mazza 9, Sammartino St 4, Barone 4, Dimartino 2, Schembari A 8, Sammartino Sa 4. All. Leggio
Rescifina Messina: Gugliotta, Mantineo 4, Marchese 9, Davì 3, Polizzi, Libro 11, Spadaro 7, Romeo 8. All. Interdonato

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti