La Regione cofinanzierà il progetto di un “Grande Acquario dello Stretto”

AcquarioUn progetto per il Grande Acquario dello Stretto (foto Tele90)

Il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in una nota inviata al Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro relativa al Progetto dell’Eco Grande Acquario dello Stretto, ha accolto con soddisfazione l’iniziativa dell’Amministrazione finalizzata a “far predisporre i necessari provvedimenti tecnico-amministrativi volti alla formulazione di un apposito documento di indirizzo progettuale e al relativo inserimento nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche”.

Acquario

Un rendering del progetto del Grande Acquario dello Stretto (foto Tele90)

Palazzo Zanca ha reso partecipe la Regione Siciliana delle attività connesse alla realizzazione dell’Eco Grande Acquario dello Stretto nel territorio comunale di Messina. “Conseguentemente – prosegue il documento del presidente Musumeci – intendo sottoporre alla sua valutazione l’opportunità di avviare contestualmente un’apposita indagine in ordine all’ubicazione territoriale più idonea, tra quelle insistenti nel territorio comunale ma appartenenti alla giurisdizione del demanio marittimo o a quella del demanio militare, per la realizzazione dell’Acquario”.

“Sul punto, non si ignora il dibattito aperto in Città in ordine alle proposte di riqualificazione della cosiddetta zona Falcata di Messina così come della porzione di affaccio a mare posta in corrispondenza dell’ex Cittadella fieristica. Ad ogni buon conto, confermo fin d’ora l’intendimento di assicurare la compartecipazione finanziaria dell’Amministrazione regionale alla realizzazione dell’importante opera, che meglio di ogni altra appare in grado di valorizzare la naturale vocazione marinara della Città di Messina e dell’area dello Stretto”. 

Acquario

L’Acquario potrebbe sorgere nella zona Falcata o nell’ex Fiera (foto Tele90)

Il Commissario Santoro, nell’apprezzare l’interesse del Presidente della Regione per l’iniziativa, si è attivato al fine di individuare in maniera puntuale il sito nel quale deve trovare allocazione l’Eco Grande Acquario dello Stretto. “In particolare l’input, impartito dall’Amministrazione Regionale – evidenzia il Commissario Santoro – fa riferimento a tutte quelle proposte di riqualificazione della cosiddetta zona Falcata di Messina o comunque di quegli areali di competenza del demanio civile o militare e legate a porzioni di affaccio a mare anche in corrispondenza dell’ex Cittadella fieristica”.