La Reggina torna al successo. Il Catanzaro strappa un pari, Vibonese ultima

Reggina-MessinaL'undici titolare della Reggina

Nella prima giornata del girone di ritorno del girone C di Lega Pro clamoroso 3-3 tra Lecce e Monopoli. Al “Via del Mare” susseguirsi di gol ed emozioni. Tsonev porta in vantaggio i salentini, poi una doppietta di Montini consente agli ospiti di ribaltare la situazione. Nella ripresa Mancosu e Caturano confezionano la contro-rimonta, ma la squadra di Padalino vede sfumare il successo per effetto del 3-3 di Gatto, a 9′ dallo scadere. Bloccato anche il Foggia che con Agnelli, lesto ad approfittare di uno svarione di Poluzzi, sembra poter conquistare l’intera posta ad Andria. Tartaglia, all’82’, trova però l’1-1, con i “satanelli” rimasti in 10 per l’espulsione di Empereur. La sempre più sorprendente Virtus Francavilla batte 2-0 la Paganese ed è quinta in graduatoria. Abate e Pastore stendono i campani allenati da Grassadonia. Il Cosenza stenta ancora e viene raggiunto in casa dal Catanzaro nel derby calabrese. Al “San Vito-Marulla” accade tutto dal 63′ al 66′: Basrak risponde a Statella.

Caturano stoppa la sfera

Caturano stoppa la sfera

Ultima da sola c’è ora la Vibonese, sconfitta al “Razza” dall’Akragas. Gol partita firmato da Cochis al 6’ e gli uomini di Di Napoli scalano posizioni, balzando a 20 punti. Crisi nera per i rossoblù, al quarto ko consecutivo. In coda vittoria pesante della Reggina che piega 2-1 il Fondi al “Granillo”, spezzando un lungo digiuno che durava da undici turni. Coralli sblocca il risultato, Iadaresta sigla la parità per i laziali. Decisivo il centro di Bianchimano, su assist di Cane, che consente agli amaranto di agganciare il Messina, a quota 18, proprio alla vigilia del derby. I giallorossi, sconfitti 2-0 a Siracusa, sono dunque ripiombati nuovamente in zona playout. All’appello mancano tre gare: Juve Stabia-Catania, Casertana-Melfi e Matera-Taranto. Per la squadra di Auteri, in caso di vittoria, ci sarebbe la vetta solitaria.

Commenta su Facebook

commenti