https://facebook.openinapp.co/dedomenicofranco

https://facebook.openinapp.co/dedomenicofranco

La Play Volley punta sui giovani: campione Under 14 e seconda con l’Under 16

Play Volley BarcellonaLa Play Volley Barcellona Under 14 in posa con il trofeo territoriale

Due finali territoriali in ambito giovanile e un titolo messo in bacheca. Guardando alla stagione in corso non mancano i motivi per sorridere alla Play Volley, il sodalizio barcellonese che in due anni di attività ha già lasciato una impronta nel panorama pallavolistico messinese. Con la poltrona d’onore le ragazze dell’Under 16 possono guardare al presente con serenità e la consapevolezza di avere dato il massimo, cedendo il passo soltanto alla grande favorita del torneo (La Saracena, ndr). Ma soprattutto la certezza che il futuro gli sorride. Come hanno la gioia stampata sul volto le protagoniste dell’Under 14 che, con la vittoria in finale sull’Amando, hanno coronato il loro percorso con il titolo territoriale. La finale interterritoriale successiva ha contribuito ad aumentarne il bagaglio di esperienza, che va ben oltre il risultato del campo.

Play Volley Under 14

Play Volley Under 14

Intanto ci siamo fatti raccontare dal tecnico Domenico Fazio le emozioni vissute nel corso di questa stagione. “Sono felice principalmente per le ragazze – commenta – il titolo corona un percorso perfetto. Con questo gruppo di giocatrici in due stagioni abbiamo conquistato quattro finali e vinto due titoli: credo che questo significhi molto per delle atlete così giovani che da queste esperienze possono e devono assorbire le motivazioni per lavorare con sempre maggiore determinazione in palestra. Abbiamo fatto un ottimo percorso, ma sappiamo che la strada che abbiamo davanti è ancora più lunga e difficile di quella già fatta. Questo risultato può essere il carburante necessario per continuare ad alimentare nelle atlete il motore della passione. Voglio complimentarmi con Nicola (D’Andrea), Valentina (Rania ndr) e tutte le ragazze dell’Amando, perché mi è piaciuto il loro modo di stare in campo e di interpretare una gara così delicata. E così come ho fatto la scorsa stagione, voglio mostrare la mia soddisfazione per aver giocato nuovamente una finale in un clima di grande correttezza e sportività, in campo e sugli spalti”.

La formazione under 16 della Play Volley Barcellona

La formazione under 16 della Play Volley Barcellona

Felice per il risultato ottenuto anche la presidentessa Nunziata Accetta: “Queste ragazze ci hanno regalato emozioni indimenticabili ricordandoci, qualora ce ne fosse bisogno, perché vogliamo partire dai settori giovanili. In due stagioni dalla nascita di questa società abbiamo già giocato due finali e due semifinali provinciali (l’anno scorso con Under 13 e 16 maschile) e adesso possiamo festeggiare un titolo che speriamo possa essere il primo di una lunga serie. Il percorso di collaborazione avviato con la Pol. Barcellona 95 punta a rafforzare le prospettive delle atlete di ogni età che vogliono fare pallavolo e mi sembra di poter affermare che l’inizio è stato sicuramente molto promettente. Il confronto con le migliori realtà della provincia è uno stimolo per capire dove possiamo migliorarci e cosa dobbiamo fare per alzare il nostro livello. Nutriamo piena fiducia nei nostri allenatori e siamo certi che il loro incessante lavoro continuerà a dare i frutti sperati”. Queste sono le atlete dell’Under 14 neo campionesse provinciali: Martina Oliva (K, 2005), Elisa Benedetto (2005), Claudia Puglisi (2006), Chiara Messina (2006), Michelle Minolfi (2005), Laura Asprea (2006), Ilenia Scarpaci (2006), Giulia Bellantone (2005), Paola Benenati (2006).

Ecco infine i nominativi della atlete che si sono classificate seconde in campo territoriale: Elisa Benedetto (2005), Martina Oliva (2005), Roberta Trifilò (2004), Gaia Lo Schiavo (2004), Francesca Di Mauro (2004), Roberta Di Mauro (2004), Chiara Calabrese (dalla Pallavolo Oliveri, 2003), Giorgia Alcamo (dalla Pallavolo Oliveri, 2003), Chiara Messina (2006), Giulia Grasso (2003), Claudia Puglisi (2006), Michelle Minolfi (2005), Alessia Giunta (2004).