La corsa all’Eccellenza tra playoff e Coppa. Subito CdM-Paternò, il tabellone degli spareggi

Franco Proto festeggia il ritorno in Eccellenza del suo Atletico Catania

Quattro formazioni promosse in Eccellenza, con ancora tre posti disponibili per l’accesso alla massima serie regionale. Archiviata la regular season non c’è tempo di staccare, con le semifinali di Coppa Italia che si chiuderanno mercoledì 3 maggio e gli spareggi promozione che scatteranno la domenica successiva. Se il 21 maggio dovrebbe dunque chiudersi la fase play-off, non si conosce ancora la data della finale di Coppa che avrà luogo al “San Gaetano” di Belpasso.

Giorgio Corona firma il gol promozione per l’undici atletista

Intanto, è l’Atletico Catania la quarta regina della Promozione siciliana. La creatura del presidente dell’ACR Messina, Franco Proto ha centrato all’ultima giornata la vittoria del campionato, chiudendo in testa al girone D con 73 punti e due di vantaggio sulle più quotate rivali Ragusa Real Città di Paternò. Gli atletisti, con un gol di Giorgio Corona nei minuti di recupero dell’ultima sfida, si riprendo così la categoria persa lo scorso anno ai play-out e si aggiungono a Camaro e Canicattì – promosse già prima della sosta – ed al Villabate, vincente nel girone B con un turno di anticipo.

 

Il Città di Messina tenta l’assalto all’Eccellenza su due fronti

Definite dunque anche le griglie play-off, che si intersecano per tre quarti con il tabellone della Coppa Italia. In ordine cronologico bisogna però guardare prima al trofeo tricolore, giunto alle gare di ritorno delle semifinali. Mercoledì il Canicattì sarà infatti ospite del CUS Palermo dopo la vittoria per 2-1 nella gara di andata, mentre a Mili Marina la sfida è tra Città di Messina e Real Città di Paternò, coi catanesi avanti per 2-0. Eccetto il Canicattì, tutte e tre le formazioni restanti sono qualificate ai play-off e corrono pertanto su due binari differenti verso la massima serie regionale, ciascuna in un girone diverso. Se i biancorossi agrigentini dovessero allora passare il turno, la vincente tra CdM e Paternò volerebbe al piano superiore, ma si è già aperta la strada verso gli spareggi del post-campionato.

La Santangiolese di Gaetano Accetta tenta l’impresa a Caccamo

Il girone A è così l’unico a non dover affrontare spareggi interni al proprio organico. Il Raffadali, per distacco, attende all’ultimo atto della stagione la vincente dei play-off nel gruppo B. Proprio nel girone tirrenico, il CUS Palermo attende la vincente tra Caccamo e Santangiolese nella sfida che si disputerà proprio nel centro universitario. Quattro avversarie, insomma, per un solo titolo, con un occhio alla corsa dei giallorossoneri palermitani in Coppa Italia.
Sul fronte messinese (girone C), la sorpresa Jonica è già un passo avanti e guarda al derby cittadino Messana-Città di Messina, che le consegnerà il nome della sua avversaria verso lo spareggio finale. Dal gruppo D arriverà il nome dell’altra contendente, da inquadrare tra Ragusa e Real Città di Paternò, attese subito dalla finale interna al gruppo pur tenendo in conto la posizione di vantaggio degli etnei in Coppa Italia.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti