La “Casa della Misericordia” festeggia il suo primo compleanno

Venerdì 16 dicembre si terrà una conferenza stampa nella Sala Ovale del Comune di Messina, alle ore 11, organizzata dall’associazione “Terra di Gesù” onlus per tracciare un bilancio ad un anno dall’apertura della “Casa di Misericordia” di Camaro Superiore. Il centro d’accoglienza che ospita 24 ore su 24 senzatetto e persone che vivono particolari forme di disagio, sorge nei locali della parrocchia Santa Maria dell’Incoronata ed è ormai divenuto punto di riferimento anche per le istituzioni locali.

Un momento dell'inaugurazione della Casa della Misericordia

Un momento dell’inaugurazione della Casa della Misericordia

L’incontro sarà l’occasione per resocontare sui numeri e sulla missione che esclusivamente a titolo volontario, tanti operatori svolgono all’interno della struttura coordinati dalla direttrice Mariella Costantino. Nel corso della conferenza sarà inoltre presentato lo spettacolo “Un amore di Natale”, in scena il 23 dicembre alle ore 21 al Teatro Annibale di Messina: musica, tradizione e solidarietà. In scaletta le canzoni popolari del duo Carlo Giappi-Daniela Rando, le note classiche del duo pianistico Metro-Foti, le cartoline di Nino Principato su “Messina a Natale”, i fiati etnici di Pietro Cernuto per “Unavantaluna”. Conduzione di Silvana Paratore e Fortunato Marino. Nel foyer i quadri di Carmen Crisafulli. Sarà l’occasione per celebrare la festa per un anno di vita della “Casa della Misericordia”. La regia è di Gianni Rizzo. L’iniziativa di “Terra di Gesù”, presieduta da Francesco Certo, è patrocinata dall’assessorato Servizi Sociali del Comune di Messina e sostenuta da Ammi Messina, Fidapa Capo Peloro e Inner Wheel. Per prenotare un biglietto rivolgersi al 330850260. Il ricavato sarà devoluto a progetti di carità.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti