La Bufera vince il campionato provinciale AICS

La Bufera squadra vincitrice del campionato

La Bufera ha vinto il campionato provinciale AICS di calcio a 5, che ha avuto inizio ad ottobre sui campi della palestra di Montepiselli e del “Punto Verde” di Camaro Superiore.

Un quintetto dell’AICS Calcio

Martelli e compagni hanno primeggiato nel girone all’italiana, totalizzando 42 punti nelle 15 gare disputate, frutto di 14 successi a fronte di un solo passo falso. Ruolino di marcia irresistibile per le altre sette squadre partecipanti, impreziosito dal migliore attacco con ben 121 gol realizzati e dalla difesa meno battuta; appena 32 le reti al passivo.

La regular season si è chiusa con la piazza d’onore della Polveriera ‘92 ed il terzo posto dell’AICS Calcio. A seguire: Acsst Messina, Internetmania, Planet Win 365, Messina Table Soccer e Pgs Luce. Pronostici rispettati, fin qui, nei playoff, che prevedono mercoledì sera, sul sintetico del “Punto Verde”, la disputa dell’attesa finale tra la Polveriera ‘92 e l’AICS Calcio, inserita nel programma della “Settimana dello Sport per tutti” dell’AICS, Seguirà la tradizionale premiazione dell’intero torneo.

Foto di gruppo Internetmania e Acsst Messina

Per qualificarsi all’ultimo atto, la Polveriera ‘92 ha battuto il Messina Table Soccer per 5-2, mentre l’AICS Calcio si è imposto sull’Acsst Messina ai rigori (6-5) dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul punteggio di 3-3. La vincitrice difenderà i colori peloritani nella rassegna regionale, in programma il 27 e 28 aprile all’Athena Resort di Kamarina, in provincia di Ragusa, mentre La Bufera volerà direttamente ai nazionali di Cervia (23-26 maggio).

“Manca una partita al termine del campionato – dichiara il presidente dell’AICS Messina Lillo Margarecie posso affermare che il bilancio è più che positivo. Ha vinto la formazione più forte, mentre le altre due migliori saranno protagoniste dell’ultimo match, ma ciò che conta maggiormente per noi organizzatori è la sportività dimostrata sempre da giocatori e dirigenti”. 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti