Jonica, Moschella: “Inizio difficile, dobbiamo alzare la testa”

Mimmo Moschella, allenatore della Jonica

Ad iniziare a rilento la nuova stagione di Eccellenza è stata anche la Jonica, vittoriosa nella gara inaugurale disputata contro il Milazzo ma al tappeto nei match giocati rispettivamente contro Atletico Catania e Santa Croce Camerina. Una falsa partenza analizzata nel dettaglio da Mimmo Moschella, tecnico della compagine di Santa Teresa di Riva: “All’inizio della stagione abbiamo affrontato una serie di problemi relativi all’impianto di gioco. Non avevamo a disposizione il campo per iniziare una preparazione adeguata e dunque questo è stato il primo punto a nostro sfavore. Successivamente l’approccio ad un nuovo campionato, fisicamente e mentalmente più complicato rispetto alla Promozione, non ci ha permesso di partire per il verso giusto”. 

Jonica

Una festante Jonica esulta per l’approdo in Eccellenza

“Abbiamo confermato quasi interamente il gruppo dello scorso anno, e per questo bisogna concedere ulteriore tempo ai ragazzi per conoscere e capire meglio questo nuovo torneo. Miravamo all’Eccellenza da diverse stagioni ed è fondamentale mantenere la categoria quest’anno. Stiamo cercando di continuare il percorso di crescita con i ragazzi iniziato quattro anni fa, con lo scopo di trovare una discreta continuità. Vogliamo trovare anche la solidità difensiva che ha fatto la differenza in altre categorie. Abbiamo diversi leader in rosa e sappiamo fin dove possiamo spingerci. I sacrifici vengono sempre ripagati dunque restiamo fiduciosi in tal senso”. 

Gli spalti dello stadio di Santa Teresa Riva in occasione dell'esordio della Jonica in Eccellenza

La Jonica non stecca in casa da ben due anni

Moschella si è poi soffermato sulla prossima sfida che vedrà i giallorossi opposti al Real Aci: “Ad Acireale ci sarà il primo crocevia della nostra stagione. Abbiamo avuto un calendario difficile, complice anche l’esclusione dal campionato della Tirrenia. Siamo stati costretti a giocare ben tre trasferte consecutive e qualche colpo purtroppo l’abbiamo subito. Conosciamo bene l’importanza della gara e vogliamo fare bene soprattutto davanti ai nostri tifosi. Non perdiamo una partita in casa da ben due anni ed è naturale per noi perseguire l’obiettivo di mantenere questo filone di risultati utili consecutivi. Siamo tranquilli ma allo stesso tempo consapevoli di dover conquistare il bottino pieno”. 

Terme

Il Terme Vigliatore è al comando del girone B con dieci punti

In conclusione il tecnico ha parlato del Terme Vigliatore, rivale nel campionato di Promozione, adesso in testa alla classifica: “Il Terme è la vera sorpresa del campionato. Conoscevamo già le capacità di questo gruppo, che è stato puntellato da elementi di esperienza durante l’ultima sessione di mercato. L’anno scorso ha avuto un testa a testa con noi fino alla fine, mancando l’accesso all’Eccellenza per un soffio. Probabilmente meritavano il primato in classifica già allora ma il pallone si sa è rotondo e sovrano nei verdetti. Hanno forse peccato di continuità, riscattandosi con i risultati ottenuti finora. Si tratta di un’ottima società, che secondo me continuerà a fare bene”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti