Iuliano: “Serve la giusta scintilla. A Ferrigno tenevamo tanto”

Rino IulianoIuliano vede il pallone insaccarsi alle sue spalle (foto Gabriele Maricchiolo)

Interrompere a Salerno la striscia senza successi, arrivata ad otto giornate dopo il pari casalingo con il Benevento, appare davvero proibitivo. Ai segnali confortanti emersi dalla ripresa giocata a viso aperto contro i sanniti il Messina dovrà dar seguito all’Arechi, consapevole delle difficoltà di strappare punti alla capolista e provare ad uscire da subito dalla zona playout, dove Iuliano e compagni sono stati appena risucchiati. “Andremo a Salerno, in un campo difficile, a sfidare una corazzata. Loro hanno perso a Barletta, ma noi abbiamo solo pareggiato in casa. Ci saranno tutti gli stimoli giusti per far bene. Essendo un ex, inoltre, da parte mia ci sarà ancora maggiore voglia” afferma il numero uno giallorosso.

Iuliano, uno dei tanti ex della Salernitana

Iuliano, uno dei tanti ex della Salernitana

Contro il Benevento si è registrata la prima vera disattenzione del portiere nativo di Pagani, la cui uscita a vuoto ha consentito a Scognamiglio di trovare il momentaneo 0-1, poi pareggiato dalla prodezza di Bjelanovic. “C’è ovviamente del rammarico per quell’episodio, sebbene si sia vista la reazione sia a livello personale che di squadra. Non era facile, essendo andati sotto contro il Benevento, un avversario molto forte. Potevo fare sicuramente qualcosa in più, ma siamo riusciti a portare a casa un punticino importante che però ci stava stretto”.

Sul neo ds Pagni e sull’ormai ex Ferrigno aggiunge: “Noi giocatori pensiamo esclusivamente a questa partita delicata, ma l’impressione data dal nuovo ds è stata buona. Siamo uniti nello spogliatoio e quello che accade all’esterno non ci condiziona affatto. Ci è dispiaciuto ovviamente per Ferrigno, anche perchè c’è chi lo conosceva da tre o quattro anni, anche per la precedente esperienza di Milazzo, mentre io sono qui da un anno e mezzo. Eravamo legati a lui sia professionalmente che a livello umano. Gli addii sono sempre brutti, tenevamo tanto al direttore, ma ognuno prende le sue decisioni. Gli facciamo un grosso in bocca al lupo e la stima nei suoi confronti resta alta”.

Iuliano a fine gara

Iuliano a fine gara

Iuliano carica quindi il gruppo in vista della seconda parte di stagione. La zona playout non lo spaventa. “La situazione di classifica attuale non mi preoccupa perchè conosco i nostri mezzi. Ci serve soltanto la giusta scintilla. Spero che come accaduto nel girone di ritorno della scorsa stagione si possa vedere da gennaio un altro tipo di campionato con una squadra più positiva”.

Commenta su Facebook

commenti