Iuliano: “Bravo e fortunato su Calderini”. Damonte: “Rammarico per i punti persi”

(foto Paolo Furrer)

In sala stampa si sono intrattenuti brevemente anche il portiere del Messina Rino Iuliano ed il centrocampista Loris Damonte. L’estremo difensore ha commentato con la consueta onestà la palla gol più nitida dei locali: “Sinceramente ritengo che in quell’occasione vi sia stata sia la bravura del portiere che un po’ di fortuna, anche perché il pallone ha carambolato per due volte sul palo. A mio avviso il pareggio conclusivo è un risultato giusto. Abbiamo offerto un’ottima prova, anche se ci sono le occasioni sprecate che ci lasciano un po’ di rammarico”. Una battuta anche sul dualismo con Lagomarsini, ormai da settimane relegato in panchina. Per Iuliano la sua conferma non è affatto scontata, nonostante una lunga serie di prestazioni positive: “Mi sono abituato in passato alla maglia numero dodici e non posso certo ritenere che la divisa numero uno adesso spetti stabilmente al sottoscritto. Piuttosto continuerò a lavorare per meritarmela ed accetterò eventuali declassamenti”.

Più amarezza che felicità per il punto strappato al “San Vito” per il centrocampista arrivato in prestito dal Varese: “Dopo una buona prestazione portiamo a casa un punto importante, che muove la classifica. Sinceramente c’è tanto rammarico perché avremmo potuto raccogliere i tre punti. Sono un po’ deluso, al di là dell’episodio del rigore fallito in avvio avremmo potuto sfruttare qualche altra opportunità ed ottenere i due punti in più. Pazienza comunque”. Da Damonte un riferimento anche all’inedito schieramento che ha visto Izzillo e Pepe variare spesso posizione a gara in corso: “Cambia poco se mutano i partner a centrocampo. Posso dirvi che con il 4-4-2 riusciamo ad aumentare un po’ il nostro possesso palla mentre con il 4-3-3 finiamo con il prediligere altre caratteristiche e riusciamo magari ad essere più incisivi nell’altra metà campo”.

Commenta su Facebook

commenti