In Lega Pro il 98% di vaccinati tra squadre e staff. Nel passato torneo 812 casi

vaccinoIl vaccino è stato somministrato anche ai giocatori del Messina

“Con l’arrivo del vaccino, stiamo gradualmente venendo fuori dalla pandemia. Il dato più evidente è che abbiamo raggiunto nei primi giorni di ottobre il 98% di vaccinati nel gruppo squadra più staff. La situazione è sotto controllo e si evolve in positivo”. A sottolinearlo Francesco Braconaro, responsabile dell’Osservatorio permanente della Lega Pro sul Covid-19, ora che il “green pass” è obbligatorio in tutta Italia.

vaccino

Vari calciatori del Messina hanno effettuato la seconda dose già il 5 settembre

Braconaro, consulente medico-scientifico della serie C, descrive così la sua collaborazione con la Lega: “In Lega Pro ho trovato la massima disponibilità nei confronti del concetto di tutela della salute espresso in modo convincente e continuo dal presidente Ghirelli, e l’Osservatorio Permanente sul Covid-19 è nato proprio in questo senso. Nel mio sistema di lavoro ho cercato, con l’aiuto degli uffici di Lega, di utilizzare un modello di acquisizione dati che è stato fondamentale per prendere prime contromisure”.

L’inizio non è stato facile. “Con sessanta squadre nel campionato abbiamo lavorato a lungo per valutare il danno che il virus stava creando al campionato di Lega Pro e cercare di far rispettare i protocolli Figc alle società. In un primo momento abbiamo assistito a un vero e proprio “bollettino di guerra” che alla fine della stagione ha contato 812 casi, 21 focolai e 223mila test effettuati. Moltissime volte abbiamo dovuto annullare e rimandare delle partite in programma”.

Covid-19

Francesco Braconaro è consulente medico-scientifico della Lega Pro

Il via alle vaccinazioni e il green pass hanno cambiato la situazione in positivo. “Il 98% dei vaccinati è un dato straordinario. Nel particolare: il solo gruppo squadra è al 97,2%, gli altri membri del gruppo staff sono al 98,7 %. L’81,2% dei calciatori è già vaccinato con due dosi, il 13% di calciatori è guarito da Covid e vaccinato con una sola dose, il 3,1% dei calciatori è vaccinato con una dose da almeno quindici giorni”. 

La vaccinazione è un’arma decisiva nella lotta al Covid. “È l’unico sistema che ci porterà fuori dalla pandemia. Il virus più circola, più può mutare. Più noi ci vaccineremo, più potremo avvicinarci alla cosiddetta “immunità di gregge”. L’Osservatorio Permanente della Lega Pro continuerà a monitorare la situazione dei contagi in serie C. Per il futuro non dobbiamo avere né allarmismo, né pessimismo. La macchina dei vaccini italiana è tra le migliori in Europa. Siamo arrivati all’80% di vaccinati e gran parte del merito è del Governo e del generale Figliuolo”.

positivi

La Figc aveva imposto già nei mesi scorsi il green pass obbligatorio per i tesserati

Molti tifosi sperano di non poter mettere più la mascherina. “Su questo punto andrei cauto. Grazie alle mascherine le influenze si sono molto ridotte e in casi di assembramento potranno essere molto utili, anche in futuro. Non ci scordiamo che uno dei più grandi focolai, nel pieno della pandemia, fu creato dagli assembramenti nella gara di “San Siro” tra Atalanta e Valencia. È importante chiarire il fatto che l’eventuale superamento della pandemia lo deve dichiarare l’Organizzazione mondiale della Sanità. L’Europa è però sulla strada giusta per dominare questo maledetto male”.

The following two tabs change content below.