In Lega Pro calciatori e gruppi squadra vaccinati al 99,6%. I positivi sono 98

Lega ProIl pallone ufficiale della Lega Pro (foto Andrea Rosito)

“Si ricomincia a giocare. Il “maledetto” Covid-19 ci fa soffrire ancora facendoci pagare un prezzo pesante in termini di dolore e di sofferenza economica, ma la Lega Pro, per fortuna, ha una squadra di medici sociali, coordinata dal nostro consulente scientifico e medico Francesco Braconaro, che ci conferisce professionalità e competenza. A tal fine andrebbe riconosciuta pienamente la loro funzione all’interno delle norme federali. Il dato maggiormente positivo, fornito dal nostro Osservatorio – sottolinea il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli – è quello che vede, tra i calciatori e i gruppi squadra di serie C, raggiungere il 99,6 per cento di soggetti che hanno iniziato o completato il ciclo vaccinale”.

Francesco Ghirelli

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro (foto Ansa)

Da 491 positivi si è passati a 98, con un numero di negativizzati assai elevato (393). “Se mancano all’appello dei vaccinati soltanto 6 calciatori e 4 componenti dei gruppi squadra, vuol dire che c’è  stata grande consapevolezza – ha aggiunto Ghirelli all’Ansa -. Noi abbiamo spinto in questa direzione, perché era l’unico modo per salvaguardare la salute e, allo stesso tempo, per riprendere a giocare. Credo che i dati dimostrino come la bolla abbia funzionato e i dati lo confermano. Noi, con la struttura della Lega, che ringrazio, e i club, ci siamo preparati per scendere in campo. Siamo pronti a svolgere la nostra importante funzione sociale, fornendo, in questo momento difficile, momenti di serenità e spensieratezza”.

positivi

Il calcio e la pandemia: la Figc ha perso 245mila tesserati, il 23% del totale

I medici ed i segretari dei 60 i Club di Lega Pro hanno preso parte al webinar organizzato dalla Lega per far conoscere il nuovo protocollo Covid, elaborato dalla Federazione in seguito alla Circolare n. 750 del Ministero della Salute dello scorso 18 gennaio. Il protocollo prevede il rinvio delle gare in caso di positività del 35% dei componenti della rosa di ciascun club.

“Vorrei sottolineare l’importanza dell’Osservatorio Permanente della Lega Pro e la grande mole di lavoro effettuata sui contagi Covid, tenuta costantemente aggiornata – ha aggiunto Braconaro –. Questo ci ha consentito di effettuare valutazioni per un corretto cammino del campionato. Ringrazio anche la dedizione di tutti i medici sociali che ci hanno coadiuvato, mettendoci al corrente tempestivamente dei dati, che poi, la Lega Pro ha elaborato con un capillare lavoro della segreteria e con la presenza determinante del presidente Ghirelli e del segretario Paolucci”.