Impagliazzo e Montella: “Che ricordi con la maglia del Messina”

Andrea Impagliazzo (ai tempi dell'Hinterreggio)
Andrea Impagliazzo (ai tempi dell'Hinterreggio)

Andrea Impagliazzo (ai tempi dell’Hinterreggio)

Cresce l’attesa in casa Aprilia in vista della gara di Messina. Dopo il successo casalingo nel turno precedente contro il Chieti, la squadra di Ferazzoli va a caccia di conferme al “San Filippo”. Sarà un confronto inedito: mai le due squadre si sono affrontate in passato. Nel corso della settimana i pontini hanno svolto un programma di allenamento con sedute continue fino alla partitella in famiglia del giovedì pomeriggio. Quindi la rifinitura del sabato mattina e la partenza per il ritiro messinese.

Ferazzoli ha tutti gli effettivi a sua disposizione, compresi gli ex Andrea Impagliazzo e Antonio Montella. Queste le parole del difensore ischitano, in giallorosso nel 2011-12 in Serie D, rilasciate al sito ufficiale dell’Aprilia: “Quello che ho disputato a Messina è stato un ottimo campionato. Abbiamo raggiunto i playoff, ma non siamo riusciti ad approdare in Lega Pro per la penalizzazione di sei punti. Di Messina, è inutile dirlo, ho bellissimi ricordi, è stato un vero trampolino di lancio nel calcio professionistico. Ora invece sono qui ad Aprilia, mi trovo bene ed andremo in Sicilia con la mentalità vincente, vogliamo portare a casa un risultato positivo, anche se non sarà certamente facile. Quando il Messina gioca in casa ha dalla sua parte il classico uomo in più, il pubblico. Però lo confermo: andremo lì per cercare di portare a casa un risultato utile”.

Antonio Montella

Antonio Montella

Anche l’attaccante apriliano Antonio Montella è ex di turno: con il Messina ha esordito in Serie A: “Tornare a Messina, dove ho avuto la prima esperienza da professionista, restando due anni e mezzo, considerando anche l’Igea Virtus, non può che farmi piacere. Anche se molte cose sono cambiate conservo nel mio cuore ricordi indelebili: il calcio di serie A, le sfide con la Roma e la Fiorentina, tutto bellissimo. Domenica scorsa ho indossato per la prima volta la maglia dell’Aprilia e non nego che ho provato sensazioni stupende. Ritornare a giocare a casa, dopo il tanto girovagare, è stato per me qualcosa di speciale. Sono un po’ in ritardo fisicamente rispetto ai compagni ma sono certo che recupererò al più presto”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com