Il Volley Letojanni vince a Partinico e mantiene la testa della classifica

Asd Volley LetojanniI ragazzi di coach Rigano prima di una partita

In Serie B, l’Asd Volley Letojanni torna dalla trasferta di Partinico con un rotondo 3-0 che gli consente di mantere la testa della classifica. Contro il team di coach Lunettto, Schifilliti e compagni dimostrano, dopo le vittorie contro Cinquefrondi e Gupe Battiati Catania, di essere in gran salute, visto che nell’arco di un’ora si sono sbarazzati di un avversario ostico soprattutto fra le mura amiche.

Giovanni Bonaccorso

Giovanni Bonaccorso, coach dell’Asd Volley Letojanni

Squadra, quella palermitana, che nella prima gara di campionato aveva ceduto il passo al Papiro Fiumefreddo solo al tie-break e nel secondo match aveva battuto il Cinquefrondi con un netto 3 a 0. Risultati che avevano messo sul chi va là i letojannesi che, alla fine, hanno però gestito bene la tensione e giocato una gran partita. Una gara che inizia subito con un Letojanni tonico e molto concentrato, che va sul 4 a 2 grazie a Torre e Saraceno. Ma gli avversari sono presenti e con un break di 4 punti vanno sul 6 a 4 a proprio favore. Gli ospiti ritornano sul pezzo e così si procede a braccetto sul 6 a 6 e poi sul 7 a 7. I letojannesi sembrano comunque controllare il set e vanno sull’11 a 9, anche se delle imprecisioni in difesa concedono al Partinico di farsi pericoloso. Poi con Boscaini, gli jonici riescono ad avanzare sul 15 a 10 e sul 20 a 13 con le stoccate vincenti di un ottimo Saraceno e le difese di Cavalli e Boscaini. I locali cercano di farsi sotto ma Arena e D’Andrea realizzano il 21 e 22 a 15. Ci pensa poi il solito D’Andrea a segnare il punto del 24 a 16, prima del 25 a 16 frutto di un attacco errato del Partinico. Il secondo parziale comincia con entrambe le squadre che viaggiano punto a punto (4 a 4), ma con una serie di attacchi secchi di Boscaini e Saraceno (quest’ultimo devastante in attacco con 14 punti messi a segno), gli ospiti riescono a scavare un solco di 3 punti, andando sul 7 a 4 e poi sul 10 a 6. Il set scorre veloce fino ad un massimo vantaggio di 17 a 11, compici errori in battuta e ricezione dei palermitani.

I letojannesi convincono in tutti i fondamentali, andando sul 19 a 12, con le alzate di Schifilliti, le schiacciate di Boscaini e gli attacchi di Pappalardo e Arena. Dopo un errore in attacco dei palermitani, un diagonale di Torre e un attacco di Arena chiudono sul 25 a 14 il parziale. L’inizio del terzo set, con Bonaccorso che getta nella mischia Giardina, sembra la copia del secondo, con le due squadre che vanno a braccetto sul 3 a 3 e sul 6 a 6. I letojannesi riescono comunque a fare la differenza, riuscendo ad avanzare sul 9 a 6. Questi ultimi sembrano dominare ma i locali ritornano sul pezzo, pareggiando sull’11 a 11. Da qui una battaglia, un punto a punto che termina sul 13 a 13, quando due ace, una di Arena e l’altra di Saraceno, e un attacco di Torre conducono gli ospiti sul 18 a 15. I palermitani non si arrendono e sembravano rinvigoriti, ma sbagliano mira. Così i messinesi ritornano di prepotenza e, con un pallonetto di Arena, giungono sul 21 a 18. Poi un errore in attacco del Partinico e un missile di Saraceno portano gli jonici a chiudere sul 25 a 19, vincendo di fatto il match. Una vittoria, per 3 a 0, netta e meritata per come è stata costruita e per come è stata portata a termine. Partita dominata in tutti e tre i set dai letojannesi che adesso osserveranno due turni di riposo, prima di affrontare il Bronte e la Saturnia Aci Castello. Quest’ultimo sarà il primo match della verità in ottica play-off.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva