Il “Trofeo Piskeo” si conferma una grande festa dello sport

Cerimonia d'apertura2

Un momento della cerimonia d’apertura

Il “Trofeo Piskeo-Memorial Mirko Laganà” ha confermato anche quest’anno di essere una delle kermesse di nuoto più importanti del Meridione. Toccante e ricca di contenuti affettivi è stata la cerimonia d’apertura della seconda giornata, resa speciale dal classico volo dei palloncini colorati, dalla stupenda coreografia e dai sinceri applausi dei numerosi spettatori accorsi sulla tribuna della piscina scoperta della Cittadella Sportiva Universitaria dell’Annunziata.

Gara seconda giornata

Una delle gare della seconda giornata

Hanno presenziato, tra gli altri, all’inizio del programma il Rettore dell’Ateneo peloritano, prof. Pietro Navarra, che si è complimentato con la famiglia Laganà per la determinazione con la quale ripropone l’evento, il delegato provinciale del CONI Aldo Violato, il prof. Daniele Bruschetta, delegato alle Attività Sportive dell’Università di Messina, Antonino Micali, presidente del CUS Unime, e Sergio Naccari, delegato provinciale della FIN. Dal punto di vista agonistico, la Poseidon Catania si è aggiudicata l’undicesimo “Trofeo Piskeo” di fila grazie agli 816 punti totalizzati. Piazza d’onore per la Sicilia Nuoto (724.50) e terza posizione per la Nadir Palermo (698). A seguire si sono piazzate: Team Nuoto Siracusa (475), Pianeta Sport Reggio Calabria (458), Hydra Villabate (449.50), Aquarius Trapani (438.50), Power Team Messina (411), Le Olimpiadi (403.50) e Polisportiva Mimmo Ferrito (319).

L’attesa “gara Piskeo” dei 50 dorso è stata vinta da Giuseppe Bellocchio (Le Olimpiadi), mentre Martina Mammola (Poseidon) e Antonio Furia (Nadir Palermo) hanno primeggiato nell’australiana. La manifestazione, organizzata dall’Asd Piskeo Team in collaborazione con l’Università di Messina, il Cus Unime e la Fin Sicilia, ha avuto per protagonisti, nel fine settimana, ben 1188 atleti in rappresentanza di 42 società, che si sono confrontati, per due intensi giorni, nel vivo ricordo di Mirko Laganà. Si è tenuto, infine, un proficuo incontro tra il direttore tecnico del “Piskeo” Maurizio Coconi e gli allenatori, volto a migliorare la qualità del movimento natatorio.

Antonio Furia vincitore australiana

Antonio Furia vincitore australiana

Tutti i vincitori della 2^ giornata: 200 misti: Roberta Nicosia (Sicilia Nuoto) 2’34.46 e Angelo Sciacca (Poseidon) 2’17.05. 100 sl Ragazzi: Marta Schillaci (Sicilia Nuoto) 1’02.35 e Andrea Facciolà (Mimmo Ferrito) 53.38; Unica: Giada Mammola (Poseidon) 1’00.94 e Antonio Furia (Nadir) 53.99. 200 rana Ragazzi: Alessandra Pace (Aquagym) 2’47.69 e Pietro Inzerilli (Sicilia Nuoto) 2’28.55; Unica: Gloria Quattrocchi (Altair) 2’49.16 e Attilio Naborrini (Pianeta Sport). 100 dorso Ragazzi: Floriana La Spina (Sicilia Nuoto) 1’13.90 e Mauro Morello (Aquarius) 1’00.41; Unica: Giorgia Ponzo (Aquarius) 1’08.09 e Giuseppe Bellocchio (Le Olimpiadi) 1’00.12. 200 farfalla Ragazzi: Manuela Leotta (Poseidon) 2’26.21 e Lorenzo Gargani (Zenion) 2’13.24; Unica: Elisabetta Tomarchio (Poseidon) 2’20.58 e Orazio Ragusa (Nuoto Gravina) 2’10.38. 400 sl: Francesca Galizia (Poseidon) 4’41.16 e Massimiliano Milana (Kaos) 4’11.48; Australiana: Martina Mammola (Poseidon) e Antonio Furia (Nadir). 200 sl Ragazzi: Federica Marano (Aquagym) 2’16.78 e Roberto Barcellona (Mimmo Ferrito) 1’56.98; Unica: Giada Mammola (Poseidon) 2’12.18 e Alessio Parrinello (Hydra) 2’00.93. 100 rana Ragazzi: Alessandra Pace (Aquagym) 1’18.03 e Pietro Inzerilli (Sicilia Nuoto) 1’07.94; Unica: Ludovica Patera (Sport & Fitness) 1’17.44 e Attilio Naborrini (Pianeta Sport) 1’07.62; 50 dorso: Nadia Panarisi (Match Ball) 31.87 e Giuseppe Bellocchio (Le Olimpiadi) 27.39. 100 farfalla Ragazzi: Ileana Manetta (Nadir) 1’06.93 e Andrea Facciolà (Mimmo Ferrito) 56.94; Unica: Elisabetta Tomarchio (Poseidon) 1’05.14 e Umberto Polizzi (Nadir) 57.52.200 dorso Ragazzi: Floriana La Spina (Sicilia Nuoto) 2’34.32 e Daniele Bosco (Poseidon) 2’13.01; Unica: Giorgia Ponza (Aquarius) 2’26.23 e Federico Mammola (Poseidon). 2’14.04.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti