Il Sant’Agata ritrova il Dattilo dopo il 6-1. Vanzetto: “Siamo cresciuti tanto”

Sant'AgataL'undici titolare del Sant'Agata

A presentare la delicata trasferta sul campo del Dattilo, sesta forza del torneo, è stato il vice-allenatore del Sant’Agata Leonardo Vanzetto: “Abbiamo un traguardo che ci siamo prefissati di tagliare fin dal 7 gennaio. La sconfitta del Marina di Ragusa mantiene le distanze inalterate in classifica ma ciò non toglie nulla al nostro obiettivo di partenza, che era fissato nel raggiungimento dei 40 punti. All’andata eravamo appena arrivati con grande entusiasmo ma siamo partiti male. Dal 6-1 subito poi c’è stata una grande crescita, infatti abbiamo subito soltanto due sconfitte in dodici partite”. 

Sant'Agata

Il vice allenatore del Sant’Agata Leonardo Vanzetto

I biancazzurri hanno raccolto poco nel girone di andata e gli ultimi tre pareggi non hanno dato una sterzata in classifica: “Era la prima volta anche per Giampà come subentrante nel corso del torneo. Abbiamo vinto poco ma la squadra è migliorata sia nel gioco che sotto il livello atletico. Chi vede le nostre prestazioni coglie la nostra intensità e nei momenti più difficili come siamo in grado di uscirne fuori, pur sentendo il peso delle partite. Anche senza la cancellazione dei playout noi avremmo continuato il nostro percorso. Ci restano cinque gare, siamo in credito con la fortuna. Sono certo che questa squadra darà soddisfazioni ulteriori alla città e alla società”.

Soltanto il Santa Maria Cilento ha collezionato un pareggio in più del Sant’Agata, che ha chiuso in parità ben dodici gare: “Il percorso è stato lungo, abbiamo lavorato a livello atletico con le nostre precise metodologie. Molti calciatori erano fermi da tempo e servivano certe caratteristiche di gioco. Passo dopo passo il gruppo è cresciuto tanto, forse non si comprende totalmente quello che hanno realizzato i ragazzi. Il mister è un maniaco del lavoro, martella su tutto e ha un grande carisma. Tutti riconoscono il lavoro che sta facendo. Purtroppo gli episodi sono spesso determinanti ma non sono preoccupato perché alla fine della stagione credo che si pareggi tutto”.

Sant'Agata

Costa prende il posto di Marcellino nel match con il San Luca

Il test imposto dal calendario è molto duro, dal momento che i trapanesi hanno vinto quattro delle ultime cinque gare: “Il Dattilo è carico mentalmente e punta in alto, ha un organico di valore per la serie D. Studiamo sempre nei minimi dettagli ogni avversario e loro hanno giocatori di assoluto livello. Si dispongono col 4-3-3, modulo che cambiano in corso d’opera. Proveremo a metterli in difficoltà in certe situazioni di gioco. Sarà una gara importante a livello tattico e atletico, servirà grande intensità. Sappiamo che in ogni momento possono farci male”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva