Il RoccAcquedolcese prova ancora a stupire nel derby con il Città di Taormina

RoccAcquedolceseIl RoccAcquedolcese celebra il passaggio del turno

Dopo avere battuto in trasferta la Virtus Ispica all’esordio in campionato ed avere eliminato la Nebros in Coppa Italia, un altro test probante per il RoccAcquedolcese, che sfida il Città di Taormina, attrezzato per il salto di categoria, ma che troverà di fronte una squadra attenta e motivata. La partita si disputerà a porte aperte al “Biagio Fresina” di Sant’Agata Militello sabato alle 15.30.

RoccAcquedolcese

I fratelli Giuseppe e Yassin Mazouf subito protagonisti

Dopo l’1-0 dell’andata è finita in parità la gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Coppa Italia tra RoccAcquedolcese e Nebros, risultato che ha consentito ai padroni di casa di accedere agli ottavi di finale. Un traguardo importante per i ragazzi di mister Palmeri, che ha un valore non indifferente considerato una neopromossa è riuscita ad avere la meglio di una squadra con ambizioni di alta classifica, che ha confermato i suoi big e ha aggiunto sul mercato i vari Cassaro, Gatto, Ancione e Camara.

Morale alto quindi per il gruppo bianco-verde-azzurro, costituito da tanti ragazzi che lo scorso campionato militavano in Promozione, con l’eccezione di Peppe Conti, che giocava nello Sciacca da juniores. Per sostituire Giacomo Bontempo, faro del centrocampo nelle ultime due stagioni, che per motivi di lavoro non poteva garantire la propria costante presenza, la società si è messa alla ricerca di un giocatore con caratteristiche simili e ha pescato nella vicina Calabria, Costantino Chidichimo, un giocatore giovane, classe 1997, ma già con tanta esperienza.

Città di Sant'Agata

Giacomo Bontempo in azione con il Città di Sant’Agata

In una nota stampa il RoccAcquedolcese ha rimarcato l’età media del gruppo, la più bassa di tutto il girone: nell’undici che ha sfidato la Nebros sono stati schierati tre 2005, due 2003, un 2002, un 2001 e un 2000 e ha subito destato un’ottima impressione il portiere Filippo Clemente. Nei 180 minuti capitan Zingales e compagni hanno meritato il passaggio del turno.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.