Il Ragusa vince il big match di Taormina (2-1). Il successo matura nel finale

TaorminaIl Taormina celebra il momentaneo pareggio

Prima sconfitta stagionale per il Città di Taormina, ko al Bacigalupo nello scontro al vertice della terza giornata con il Ragusa. Partita subito in discesa per gli iblei che sbloccano il punteggio con il rigore trasformato da Grasso dopo 2’. Il Città di Taormina è bravo a rimettere il risultato in parità in avvio di ripresa con il 2003 Dennis Castorina, ma nel momento di maggiore pressione, a dieci minuti dal 90’, è Belluso a pescare il gol da tre punti con l’aiuto della decisiva deviazione di Trovato.

Città di Taormina

Ancione nella morsa dei giocatori iblei

Lu Vito, che deve fare i conti con numerose assenze, lancia dal primo minuto il 2002 Salvatore Strano, decisivo con una doppietta con la Leonzio, al fianco di Ginagò e alle spalle di Famà. Davanti a Cirnigliaro una difesa tutta over, composta da Patanè, Trovato, Sardo e Pantano; mentre in mezzo al campo ci sono Petrullo e Angelo Strano ai lati del play Ancione. 40” dopo il calcio d’inizio, un rimpallo favorisce Grasso che allarga verso Marfella, libero di calciare in diagonale da destra, Cirnigliaro respinge centralmente e lo stesso Grasso, al momento della ribattuta in rete, è toccato da Ancione. Rigore che il 10 ibleo trasforma nonostante Cirnigliaro intuisca e tocchi la sfera. Dopo il vantaggio si gioca pochissimo, match interrotto dai tanti fischi arbitrali e da ben quattro ammonizioni comminate nei primi 25 minuti. Città di Taormina che si fa vedere solo con un tiro centrale dal limite di Famà che Di Martino blocca senza patemi. Ragusa, invece, pericoloso al 41’ con una volée di Cacciola che Randis non riesce a ribadire in rete.

Ragusa

Grasso a segno dal dischetto per il Ragusa

Si riparte con Saccullo e Dennis Castorina, 2003 al debutto con il Città di Taormina, per Ginagò e Petrullo e i cambi danno subito gli effetti sperati. 52’, pressione costante dei biancazzurri, Salvo Strano cade nel contatto con Valenca, ma sul prosieguo dell’azione Castorina inventa un perfetto mancino che si insacca sotto l’incrocio. Reazione del Ragusa affidata al diagonale di Cacciola, su assist di Randis, che Cirnigliaro salva di piede. Portiere di casa protagonista anche sulla punizione di Grasso e Ragusa che resta pronto a colpire in contropiede, lasciando il pallino del gioco in mano al Città di Taormina. Tattica che trova risposta positiva al 79’: sventagliata di Grasso per Cacciola, palla dentro smorzata da Trovato che diventa ghiotta per Belluso, la cui conclusione, deviata dallo stesso Trovato, non lascia scampo a Cirnigliaro. 1-2 che non cambierà più nonostante i cinque minuti di recupero e il forcing finale del Città di Taormina.

Città di Taormina

L’esultanza di Dennis Castorina al momentaneo 1-1

Città di Taormina-Ragusa 1-2
Marcatori: 2’ pt Grasso (rig.), 7’ st D. Castorina (CdT), 34’ st Belluso
Città di Taormina: Cirnigliaro, Patanè (20’ st Emanuele), Pantano, Sardo, Trovato, A. Strano, Petrullo (1’ st Saccullo), S. Strano (20’ st Nicolosi), Famà (39’ st Mannino), Ancione, Ginagò (1’ st D. Castorina). Allenatore: Eugenio Lu Vito. A disposizione: Sanneh, Lo Re, Puccio, Quintoni
Ragusa: Di Martino, Marfella, De Rios, Valenca (26’ st Belluso), Borrometi, Sferrazza, Battaglia, Sangare, Randis, Grasso, Cacciola. Allenatore: Filippo Raciti. A disposizione: Cantarero, Trentacoste, Messina, Tiralongo, Fernandez, Camuti, Veca.
Arbitro: Tommaso Alberto Vazzano di Catania
Assistenti: Marco Giuliani di Barcellona Pozzo di Gotto e Alberto Fiore di Messina.
Note – Ammoniti: Ancione (CdT), Sangare (R), Sardo (CdT), Randis (R), Sferrazza (R), S. Strano (CdT), De Rios (R),
Pantano (CdT). Corner: 3-3 – Recupero: 3’ e 5

The following two tabs change content below.