Il Milazzo cede alla distanza e l’Acireale ritrova la vittoria dopo nove giornate

Fiasconaro e RathFiasconaro e Rath

L’Acireale batte a domicilio il Milazzo e spezza la serie nera che durava da ben nove giornate. Il successo acese è giunto termine di una gara piacevole ed equilibrata decisa nel quarto finale. Coach Fiasconaro deve fare a meno di Scilipoti, squalificato, ma schiera subito nel quintetto di partenza i due americani Rath e Darby affiancati da Barbera. Coach Foti invece tiene in panca Arcidiacono e si propone con I due lunghi, Ferrara e Cusenza, e tre piccoli, Maric, Patanè ed Abramo. Darby ed Amato con una tripla firmano subito il 5-0 ma Acireale non si scompone rispondendo con Maric e Cusenza; 7-4 al 3’ ma due conclusioni pesanti di Patanè prima e Maric poi mettono tutti d’accordo sul 10 pari al 5’. Il quintetto acese soffre in difesa la fisicità di Darby e l’uno contro uno di Barbera ma inizia a tirare giù rimbalzi su rimbalzi, alla fine ben 48, di cui 36 difensivi, contro I 24 degli avversari e ciò alla resa dei conti peserà non poco sull’economia della partita. Comunque, Barbera continua nelle sue percussioni, firmando 4 canestri consecutivi ma alla prima sirena si è sul 20 pari. Anche il secondo parziale vede le due compagini viaggiare a braccetto, 33-33 al 16’. Cusenza prende sempre più fiducia facendo male alla difesa schierata attaccando l’area, per lui alla fine 29 punti, 13 su 16 da due, 3 su 4 ai liberi e 12 rimbalzi. Qualche errore di troppo in mezzo al campo e Milazzo rosicchia qualcosa e va avanti di 6, 44-38, alla fine del primo tempo.

Il team del Basket Acireale

Il team del Basket Acireale

Al ritorno dall’intervallo lungo è subito Darby, 23 punti, a cercare di chiudere la gara con la tripla che vale il 47-38. Ma Acireale c’è, ricuce lo strappo con i movimenti di Abramo, 11 punti, e con Arcidiacono anche lui a catturare rimbalzi. 51-46 al 23’, 53 a 50 al 25’.59 a 51 al settimo, ma una tripla di Arcidiacono, 12 punti, ed I canestri sotto misura di Cusenza riportano tutto in parità all’ottavo: 59-59. Maric, 16 punti per lui, non ci prende dall’arco ma dalla media distanza sì, 5 su 7 da due, ed infine Patanè mette la sua seconda tripla che vale il 65-64, punteggio con cui iniziano gli ultimi dieci minuti. Milazzo sembra aver esaurito la sua velocità di esecuzione offensiva anche se Rath in cabina di regia cerca di dare sempre tiri facili ai suoi. Ma adesso è Acireale ad essere più efficace nelle conclusioni; il sorpasso 70-72, al 34’, è opera di Luigi Ferrara e Cusenza sigla il 70-74. Milazzo è un pò alle corde ed Acireale sale ancora nel punteggio, 72-81 al 47’. Mancano tre minuti e sembra quasi di veder scorrere un film già visto tante volte in questa stagione. Due possessi persi banalmente, 2 liberi di Maric sbagliati e Milazzo torna a respirare. Darby e Barbera, sempre loro trascinano i propri colori fino all’81-82 a 16” dalla fine. Darby ha anche il tiro aggiuntivo che però sbaglia. Cusenza non riesce a bloccare il pallone ed è ancora possesso dei padroni di casa. Ma la difesa granata questa volta si fa trovare pronta raddoppiando sull’avversario e costringendolo allo sfondamento. Dall’altra parte Rath ferma il cronometro commettendo fallo su Arcidiacono che va in lunetta. Due su due e si va sull’81-84.La tripla di Barbera non va ed il rimbalzo è acese. Maric va ancora in lunetta, sbaglia il primo, segna il secondo per il punteggio finale di 81-85 per gli atleti di coach Foti. Domenica 19 Aprile alle ore 18.00 al Palacus di Catania per l’ultima giornata del Campionato Nazionale di serie C Girone I il Basket Acireale riceverà il San Filippo del Mela chiudendo così in casa la stagione 2014/2015.

Milazzo: Darby Denarius 23, Sofia 4, Toto 4, Barbera 23,Coppolino 5,Rath 12, Scozzaro 6,Italiano 1, Amato 3, Li Vecchi. All.re: Fiasconaro. Assistente: Principato.

Tiri da tre punti: Darby Denarius 1, Coppolino 1,Amato 1.Tiri da due:20 su 32. Tiri da tre: 3 su 19.Tiri liberi:8 su 17.

Acireale: Ferrara F.,Cerame, , Pulvirenti ,Ferrara L. 8,Patanè 9,Arcidiacono 12,Cusenza 29 ,Gulisano, Maric 16. Abramo 11. All.re: Foti.

Tiri liberi: 15 su 26. Tiri da tre punti: Patanè 2, Maric 1, Arcidiacono 1. Tiri da due: 29 su 56.Tiri da tre: 4 su 11.Tiri liberi: 15 su 26.

Parziali: 20-20; 24-18; 21-26; 16-21.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva