Il Messina Volley cede il titolo di B2. Riparte dalla C e dal florido vivaio

Messina VolleyUn time-out del Messina Volley ( foto V. Nicita Mauro)

Il Messina Volley riparte dal Campionato di Serie C “con un nuovo progetto ambizioso. Dopo la comoda salvezza della scorsa stagione la società ha compreso che, per raggiungere obiettivi più importanti, risulta necessario ristrutturarsi in tutti i reparti al fine di creare un sodalizio pronto ad esperienze più significative”, si legge in una nota stampa diramata dal club.

Messina Volley

mister Danilo Cacopardo (Messina Volley)

“La partecipazione ad un campionato nazionale, seppur più blasonata, sarebbe risultata infruttifera in termini di risultati, portando, di conseguenza, in secondo piano altri elementi importanti come il settore giovanile”, sottolinea ancora la società. Ed è proprio da questo che riparte il team giallo-blu, considerato che nella stagione 2018/2019 verrà valorizzata una squadra, quella Under 18, che lo scorso anno ha conquistato il titolo di Campione Provinciale. Insieme a loro le giovani giocatrici che la scorsa stagione hanno già disputato il campionato di Serie B2, fermo restando che il Messina Volley non dimentica l’apporto che tutte le atlete hanno dato fino ad ora e che ha permesso la salvezza con diverse giornate di anticipo. “Nasce l’esigenza di creare un gruppo composto da giovani atlete che possa crescere e maturare sempre di più ad ogni partita con alle spalle una società solida ed all’avanguardia”, conclude la nota stampa. Nel dettaglio il Messina Volley ha ceduto il diritto a partecipare al Campionato di Serie B2 ad una squadra della provincia di Trento con cui, fra l’altro, ha instaurato una sinergia tecnica per future collaborazioni. Per quanto concerne il titolo di Serie C, questo è stato acquisito dal Volley Città di Ficarazzi. Anche con il team palermitano, il Messina Volley ha creato un rapporto finalizzato a realizzare un programma in ambito regionale che prossimamente verrà ufficializzato.

Messina Volley

Il dg del Messina Volley Mario Rizzo insieme al presidente FIPAV Alessandro Zurro e all’ex assessore allo sport Sebastiano Pino

Il direttore generale Mario Rizzo ha sottolineato: “Sulla base dell’ultima esperienza di Serie B2, il rapporto costo-benefici è risultato per nulla vantaggioso. Inoltre non ci entusiasma il mancato allineamento delle norme legate ai requisiti che le società devono presentare all’atto dell’iscrizione ai campionati di Serie B, cosa invece presente per la Serie A2 e A1. E’ predominante la volontà di valorizzare le nostre tesserate più giovani, alcune provenienti dal recente vittorioso campionato Under 18, insieme ad altre rinforzate dall’esperienza diretta nei campionati di Serie B2. Il nostro obiettivo è riformulare l’assetto societario nei vari sistemi gestionali al fine di rilanciare il sodalizio messinese verso campionati più prestigiosi”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com