Il Messina Volley aderisce al “Progetto Eco Volley Fipav”

Progetto Eco Volley FipavIl logo del Progetto Eco Volley Fipav

L’interesse del mondo sportivo o almeno di una parte di esso per l’ambiente è testimoniata a livello internazionale, tanto che l’ambiente è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO) come ”terza componente fondamentale dell’Olimpismo nella consapevolezza che non c’è futuro per lo sviluppo sportivo, se non si pongono i valori ambientali al centro di ogni politica d’intervento”. I beni della terra sono limitati ed esauribili e, per tale motivo, devono essere meritevoli di protezione. Il bene unitario ”ambiente”, inteso quale diritto fondamentale dell’uomo, ”è riferito alla qualità della vita, all’habitat naturale nel quale l’uomo vive e agisce, necessario alla collettività e ai cittadini”.

A riguardo, in conformità con i principi dell’Olimpismo, della Carta Olimpica e dell’Agenda 21 del Movimento Olimpico (ispiratasi all’Agenda 21 dell’UNCED), la società sportiva del Messina Volley riconosce l’importanza dei diritti e dei doveri degli individui nei confronti dell’ambiente e intende impegnarsi a operare nel quadro dello sviluppo sostenibile svolgendo un ruolo più attivo e significativo. A tale scopo, il Messina Volley , tra le prime in Italia, comunica l’adesione al “Progetto Eco Volley Fipav”, ponendo particolare attenzione alle condizioni ambientali delle partite casalinghe della prossima stagione agonistica 2015-16.

Infatti, il “Progetto Eco Volley Fipav” si propone di caratterizzare tutte le manifestazioni di Pallavolo e Beach Volley come eventi sostenibili, sensibilizzando gli organizzatori al tema dell’ambiente. I rifiuti prodotti durante le gare interne della società messinese, saranno ridotti e riciclati. Si opterà, a riguardo, su prodotti packaging-free o con imballaggio ridotto. Si provvederà alla raccolta differenziata dei rifiuti organici biodegradabili, imballaggi leggeri, carta, vetro e rifiuti residui. Durante gli eventi sportivi del Messina Volley, saranno installati all’interno della struttura sportiva un numero sufficiente di cestini per i rifiuti. A tal proposito, a cura della stessa società sportiva peloritana, saranno realizzati i cosiddetti “Punti Rifiuti” : punti di raccolta connessi al luogo dell’evento sportivo casalingo che comprendono contenitori specifici per ogni tipo di rifiuti (vetro, plastica, carta, rifiuti organici). Una sempre maggiore promozione alla sensibilizzazione sarà attuata con l’obiettivo di contenere i consumi energetici ed idrici.

A conclusione della prossima stagione sportiva 2015-16, il Messina Volley redigerà il “Report Finale di Sostenibilità Ambientale”, il quale ha lo scopo di evidenziare i punti di forza e di debolezza relativi alle prestazioni ambientali associate al ciclo stagionale agonistico. Si tratta di un primo passo verso un percorso di miglioramento e allo stesso tempo serve a riassumere le prestazioni ambientali e i risultati ottenuti.

Il Messina Volley, insieme al proprio ruolo sportivo, intende definire e implementare strategie di marketing territoriale, sviluppando e consolidando rapporti di partnership con la comunità locale, associazioni ambientaliste, ed imprenditoria locale, per promuovere, pianificare, implementare programmi che mirino a valorizzare le risorse locali, le produzioni tipiche locali, l’artigianato artistico, l’eco-turismo, il patrimonio naturale, ecc. La direzione intrapresa dal Messina Volley è quella di rafforzare il senso di appartenenza al territorio e stimolare la partecipazione alle politiche di sviluppo sostenibile, coinvolgendo la comunità locale.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma