Il Messina torna ad allenarsi. In attesa delle ufficialità sui volti nuovi

VersientiLa progressione di Versienti (foto Andrea Rosito)

Dopo la lunga sosta per le festività, a dieci giorni dall’ultimo impegno ufficiale perso a Crotone, il Messina torna finalmente in campo. Appuntamento per un’unica seduta mattutina lunedì 2 gennaio al “Giovanni Celeste”, dove per il momento sono convocati i 23 elementi sotto contratto, con l’esclusione ovviamente del24esimo, Alessio Piazza, la cui stagione è finita con largo anticipo per un brutto infortunio.

Daniele Cinelli

Il vice allenatore del Messina Daniele Cinelli (foto Francesco Saya)

Mancano gli annunci del nuovo direttore sportivo in pectore, il reggino Pasquale Logiudice, operativo già da venerdì sera, e del tecnico in possesso di patentino che affiancherà il secondo Daniele Cinelli e l’allenatore dei portieri Marco Onorati. Restano vive le piste che portano ad Ezio Raciti (e al preparatore Delfio Restuccia) e Gaetano Di Maria. Per il momento non sono attesi volti nuovi al primo allenamento del 2023.

La mancata definizione della rescissione del direttore sportivo uscente Marcello Pitino non ha consentito fin qui neanche l’annuncio della firma del successore, che comunque ha trascorso le feste di Capodanno ad abbozzare le prime operazioni in entrata. Oltre che a nuovi arrivi disponibili sul mercato si lavora anche a potenziali scambi, anche se in casa Messina sono pochi gli elementi che sembrano avere tanti estimatori sul mercato mentre per altri “esuberi” l’impressione è che si dovrà faticare per trovare degli acquirenti.

Mallamo

Mallamo elude l’intervento di Gomez (foto Andrea Rosito)

Marino e compagni saranno guidati da Cinelli, in attesa delle annunciate novità. Nel corso della giornata di lunedì il presidente Pietro Sciotto incontrerà Logiudice per dare un’accelerata al necessario rinnovamento. Sabato al “Franco Scoglio” alle 14:30, con tre ore di anticipo rispetto all’orario inizialmente fissato dalla Lega, la prima uscita ufficiale del nuovo anno contro la Virtus Francavilla, che lontano da casa ha conquistato appena due dei suoi 25 punti, pareggiando sui campi di Turris e Potenza.

I pugliesi hanno ridimensionato il budget e programmato svariate uscite, per cui con un altro passo falso potrebbero essere risucchiati in pieno nella lotta playout. Anche la Fidelis Andria, che un anno fa si salvò proprio grazie alla rivoluzione sul mercato del ds Logiudice, e la Viterbese, secondo avversario del Messina il prossimo 14 gennaio nel Lazio, devono accorciare le distanze da Turris, Monterosi e Gelbison, sprofondate nelle sabbie mobili della classifica per il calo nella fase conclusiva del girone di andata. L’Acr proverà a dare una sterzata alla sua stagione dopo un 2022 da incubo. E dopo avere impiegato un’altra settimana per formalizzare un divorzio, quello con Auteri e Pitino, che sembrava nell’aria da settimane. Sperando di non dovere rammaricarsi per il troppo tempo perso per strada.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.