Il Messina pesca anche nei Caraibi: dal Genoa arriva in prestito Pierre Kareem Zaine

Zaine con la divisa del Williams Connection, club dell’isola caraibica di Trinidad e Tobago

Zaine con la divisa del Williams Connection, club dell’isola caraibica di Trinidad e Tobago

Messina scatenato nell’ultimo giorno di mercato. Il sodalizio peloritano ha comunicato di avere acquisito a titolo temporaneo anche il centrocampista Pierre Kareem Zaine dal Genoa, società che aveva già girato in comproprietà ai siciliani il portiere Ettore Lagomarsini e l’attaccante Daniele Buongiorno, mentre l’esterno Daniele Siciliano, che ha trovato pochissimo spazio in Sicilia, si è appena accasato al Vado, nella serie D ligure. Sfumati i possibili arrivi di Candiano dal Siena e Suarino dall’Aversa Normanna, Grassadonia si aggiudica comunque un altro centrocampista in grado di agire davanti alla difesa e di garantire ulteriore duttilità sul fronte degli under e quindi dell’età media.

Zaine, classe 1993, originario di Santa Lucia, una delle Piccole Antille che sorge tra il Mar dei Caraibi e l’Oceano Atlantico e conta poco più di 174.000 abitanti, in rossoblu ha collezionato due recenti apparizioni nel campionato “Primavera”. Vanta 8 presenze e 2 reti con la maglia della Nazionale della piccola isola caraibica, avendo disputato tre gare con la formazione Under 23, impegnata nelle Qualificazioni per l’Olimpiade del 2012, e quattro con la Nazionale maggiore che ha preso parte alle Qualificazioni del prossimo Mondiale in Brasile. Entrambe le sue reti sono arrivate nelle sfide con Saint Kitts e Nevis, altra isola delle Piccole Antille nota soprattutto per avere sfornato alcuni atleti di primo piano nell’atletica leggera, tra i quali l’ex campione del mondo dei 100 metri Kim Collins. A livello di club invece l’esperienza nel Williams Connection, nell’altra isola caraibica di Trinidad e Tobago. 

Pierre Kareem Zaine con la divisa del Genoa

Pierre Kareem Zaine con la divisa del Genoa

Prima del trasferimento in Italia, Zaine sostenne alcuni provini in Inghilterra, tanto che il suo nome aveva interessato gli osservatori di ben cinque squadre della Premier League (Arsenal, Tottenham Hotspur, Manchester City, Liverpool e Stoke City) ed era stato affiancato anche a club spagnoli. Mai in passato un giovane originario di Santa Lucia aveva ottenuto un accordo con un club della nostra penisola e l’operazione conclusa a suo tempo dal Genoa ha avuto un risvolto anche commerciale, dal momento che il 20enne è legato da un accordo di sponsorizzazione alla Puma, azienda leader dell’abbigliamento sportivo.

L’operazione è stata avallata dal responsabile del settore giovanile genoano Michele Sbravati (clicca qui per rileggere la nostra intervista del 13 gennaio scorso) e dal team manager e direttore sportivo della formazione “Primavera” rossoblu Francesco Bega (clicca qui per rileggere la nostra intervista del 17 gennaio scorso).

Commenta su Facebook

commenti