Il Messina fa un passo avanti: Ciotola replica ai primi gol di Altobello e Bjelanovic

Prezioso pareggio per i peloritani, che pregustano l’impresa grazie alle reti del centrale difensivo e dell’attaccante croato, subentrato nella ripresa, ma vengono raggiunti da Ciotola. Il fantasista ha sfruttato una grave ingenuità della retroguardia messinese nel primo tempo e trasformato un rigore dopo il momentaneo 1-2 ospite. Due i punti di margine sulla zona play-out.

La rete con cui Ciotola aveva sbloccato il match al 23'

La rete con cui Ciotola aveva sbloccato il match al 23′

Il pre-partita. Una novità rispetto all’undici annunciato alla vigilia: un po’ a sorpresa c’è infatti Bonanno tra i titolari, con Corona e Bjelanovic che si accomodano invece in panca. Nell’Ischia l’ex Impagliazzo parte titolare. Divisa interamente blu con inserti gialli per i locali. Tenuta totalmente rossa con fascia orizzontale gialla sul petto per il Messina. Si fanno sentire come tradizione i sostenitori ospiti, che hanno trovato spazio in gradinata.

La cronaca. Prima azione degna di nota al 5’: Vincenzo Pepe non trova la porta sugli sviluppi di un calcio piazzato. Subito dopo il primo vero brivido, con Iuliano che blocca in due tempi il tentativo da fuori area di Fiandaca. Bisogna poi attendere il 14’ per il bello spunto sulla sinistra di Orlando, servito in profondità da Bonanno: Giordano blocca l’insidioso traversone all’altezza del primo palo. Al 16’ Ciotola prova a sfondare sulla destra ma Iuliano respinge la violenta conclusione del fantasista campano. L’Ischia colleziona corner, ma il tentativo di De Agostini viene rintuzzato ancora in angolo.

L'esultanza dei locali, che celebrano le reti di Ciotola. Il punto non gli basta comunque per abbandonare le zone calde della graduatoria

L’esultanza dei locali, che celebrano le reti di Ciotola. Il punto non gli basta comunque per abbandonare le zone calde della graduatoria

Al 23’ Altobello perde palla sulla trequarti e questa volta Ciotola è implacabile: la sua conclusione rasoterra sul primo palo batte Iuliano. Stefani, Donnarumma e Benvenga non sono riusciti a contrastarlo nell’occasione. Subito dopo arriva il settimo cartellino giallo della stagione per Bucolo, che va nuovamente in diffida. Erano già a rischio squalifica i vari Nigro (non convocato), Vincenzo Pepe, Damonte e Iuliano. Al 31’ è ancora determinante Iuliano su Gerevini, sulla respinta la retroguardia libera prima del possibile tap-in di Ciotola e Finizio. Subito dopo è De Agostini di testa a mancare di un soffio il raddoppio, a fare la partita quindi sono sempre i locali. Infine la provvidenziale uscita di piedi su D’Amico. Al 35’ ghiotta chance per Damonte, che sotto misura non riesce a sfruttare un rimpallo; prima della conclusione alta del centrocampista pregevole spunto sulla sinistra di Pepe. Messina ad un soffio dal pari anche al 37’ sul traversone dalla sinistra di Izzillo, che frutta ancora un corner.

La rete del momentaneo 1-1 di Altobello. Per il centrale campano, arrivato in prestito dal Parma, primo gol che cancella anche la disattenzione difensiva precedente

La rete del momentaneo 1-1 di Altobello. Per il centrale campano, arrivato in prestito dal Parma, primo gol che cancella anche la disattenzione difensiva precedente

La battuta dalla bandierina è comunque decisiva: prima è Izzillo a centrare la traversa, poi è Altobello sotto misura a siglare il gol del pari, facendosi perdonare la disattenzione precedente in difesa. Festa grande per i sostenitori giallorossi, che possono celebrare la prima marcatura stagionale del difensore arrivato in prestito dal Parma. Nell’occasione il calciatore originario di Cava dei Tirreni ha bruciato anche il brasiliano Empereur, fin lì tra i migliori. Il sudamericano vanta ampia trascorsi nella Primavera della Fiorentina. Prima dell’intervallo c’è tempo per un altro spunto degli ospiti, che hanno mostrato perlomeno un’apprezzabile reazione. Si va al riposo sull’1-1. In avvio di ripresa Izzillo ad un passo dal raddoppio: la sua conclusione deviata in angolo. Al 48’ ci prova anche Pepe, senza fortuna, ma è incoraggiante il grande avvio degli ospiti. Al 53’ si rivede l’Ischia con Gerevini, ma la sua botta dalla lunga distanza è velleitaria. Sul fronte opposto molto più pericoloso il Messina, con Pepe che non trova il tap-in sulla sponda di Donnarumma. Primo cambio per Maurizi, con Iannascoli che rileva Fiandaca. Poi è Ciotola a provarci con una conclusione a giro che termina a lato. Lo imita anche De Agostini. Al 58’ ancora il fantasista autore del momentaneo vantaggio mette in mezzo un pallone insidioso, che però non viene raccolto dai compagni. Subito incisivo Iannascoli, la cui botta da fuori sull’assist di D’Amico viene deviata in angolo. Sulla battuta Sirignano va ancora vicino al 2-1. Primo avvicendamento anche per Grassadonia, con Bjelanovic che rileva Izzillo.

Il fallo di Bonanno su Gerevini, che ha fruttato un penalty ai locali due minuti dopo la rete di Bjelanovic

Il fallo di Bonanno su Gerevini, che ha fruttato un penalty ai locali due minuti dopo la rete di Bjelanovic

Al 63’ termina alta la botta da fuori di Damonte, dopo una spettacolare rovesciata del croato, respinta da un difensore. Al 67’ il Messina è in vantaggio, con il primo centro in giallorosso di Bjelanovic, implacabile di testa sotto misura sulla sponda di Damonte. Ma la gioia dura poco: dopo 120 secondi grave ingenuità di Bonanno, che stende Gerevini: rigore netto. Dal dischetto implacabile il solito Ciotola, che spiazza Iuliano, siglando la sua sesta rete in campionato. Tre gialli in tre minuti, perché si accende una mischia. Grassadonia lancia anche Corona per Bonanno. Al 76’ De Agostini di testa costringe Iuliano all’intervento di tuffo. Poi Ingretolli rileva Ciotola, l’eroe di giornata. Nel finale spinge più il Messina, che però non trova la zampata decisiva. All’87’ ci prova dalla distanza Ingretolli, blocca senza problemi Iuliano. All’89’ clamorosa l’occasione per De Agostini, che in spaccata sul traversone di Bulevardi conclude di un soffio a lato. Sfiora il 3-2 anche Corona sul fronte opposto al 93’, con una girata che termina di poco fuori.

Dal dischetto Ciotola ha firmato la personale doppietta e la sua sesta rete in campionato: è il definitivo 2-2

Dal dischetto Ciotola ha firmato la personale doppietta e la sua sesta rete in campionato: è il definitivo 2-2

Il tabellino. SS Ischia Isolaverde – ACR Messina 2-2
Marcatore: al 23’ ed al 69’ su rigore Ciotola (I), al 38’ Altobello (M), al 67’ Bjelanovic (M).
SS Ischia Isolaverde: Giordano, Finizio, De Agostini, Impagliazzo, Sirignano, Empereur, Fiandaca (54’ Iannascoli), Bulevardi, Gerevini, Ciotola (76’ Ingretolli), D’Amico (70’ Schetter). A disposizione: Mennella, Di Cesare, Trofa, Armeno. Allenatore: Agenore Maurizi.
ACR Messina: Iuliano, Benvenga, Donnarumma, Bucolo, Altobello, Stefani, Pepe V., Damonte, Orlando, Izzillo (59’ Bjelanovic), Bonanno (75’ Corona). A disposizione: Lagomarsini, Cane, De Bode, Silvestri, Gaeta. Allenatore: Gianluca Grassadonia.
Arbitro: L. Rossi di Rovigo.
Note – Ammoniti: al 25’ Bucolo (M), al 49’ Fiandaca (I), al 71’ Iannascoli (I), al 73’ Empereur (I) e Pepe (M), all’83’ Orlando (M), al 92’ Benvenga (M). Recupero: 0’ pt e 3’ st. Corner: 6-7.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti