Il Fc vince anche in dieci. Carbonaro, Bevis e Pini stendono il San Tommaso

Gabriele PiniGabriele Pini ha firmato la sua prima rete (foto Marco Familiari)

Non si ferma più il Fc Messina, che con Ernesto Gabriele in panchina fa tre su tre e vede i playoff distanti adesso appena un punto. I giallorossi passano anche a Montemiletto per 3-0 grazie alle reti al solito Carbonaro, a Bevis e al primo centro stagionale di Pini. Vittoria meritata per i siciliani, che hanno dovuto giocare in inferiorità numerica dal 23’ per via del rosso diretto inflitto a Fissore.

Il pre-partita – Ernesto Gabriele vuole dare seguito ai successi con Troina e Marsala, ma deve i conti con assenze pesanti come quelle dei lungodegenti Melillo e Aladje, senza dimenticare Correnti rimpiazzato dal maliano Camara, oggi all’esordio da titolare. Per il resto solito 4-4-2 con Coria e Carbonaro confermati in attacco, solo panchina per Quitadamo e Dambros.

Carbonaro

Carbonaro è già a quota undici reti in stagione (foto Giovanni Chillemi)

La Cronaca – Il primo tiro in porta è degli ospiti e ad effettuarlo è Alessandro Marchetti che ci prova dai 25 metri, ma il suo tentativo termina alto sopra la traversa. Al 7’ minuto si fanno vedere i padroni di casa con Tedesco, che appena dentro l’area manda nettamente alto sopra la traversa della porta difesa da Aiello. Al 9’ ancora giallorossi vicini al gol con Fissore, che di testa manda a lato dopo un cross di Alessandro Marchetti. Al 12’ arriva il vantaggio del Football Club, Tizio alleggerisce su Colarusso che cicca clamorosamente l’intervento, ne approfitta Carbonaro che si invola verso la porta difesa da Pezzella e lo fredda con un preciso piattone.

L’ex Venezia si conferma un valore aggiunto, soprattutto per la freddezza dimostrata per l’ennesima volta a tu per tu con il portiere. Gli irpini sembrano aver subito il colpo dopo il vantaggio peloritano, un minuto dopo è proprio Colarusso a fermare irregolarmente in area Carbonaro, il rigore sembra solare per tutti ma non per il signor Iacobellis di Pisa che lascia correre. Al 18’ Tedesco serve Alleruzzo che batte Aiello, ma il gol viene annullato per la posizione irregolare dell’attaccante campano.

Bevis

Bevis al quarto centro stagionale (foto Familiari)

La partita si incattivisce, cadere nel “tranello” dei padroni di casa è Fissore che al 23’ probabilmente colpisce con una gomitata un avversario proprio davanti la panchina ospite: il direttore di gara estrae direttamente il cartellino rosso costringendo i siciliani a giocare più di un’ora in dieci uomini. Cambia clamorosamente la prospettiva della gara per i ragazzi di Ernesto Gabriele, costrutti ad un match di sofferenza anche se potrebbero aumentare gli spazi a disposizione per Coria e Carbonaro. Al 39’ copertura miracolosa di Casella su Tedesco pronto a battere a rete a colpo sicuro dopo un clamoroso liscio di testa da parte di Camara. Unica sbavatura nella gara del classe 2001, autore di una prova superlativa. Il muro eretto dai peloritani regge fino all’intervallo, così si torna negli spogliatoi con Il Footbal Club in vantaggio per 1-0, ma costretto ad un secondo tempo di sofferenza per via dell’inferiorità numerica.

La ripresa inizia subito con un cambio tra gli ospiti, Gabriele si copre inserendo Quitadamo al posto di Coria. Al 48’ occasione colossale per i messinesi, Carbonaro ruba palla e con un tracciante fa a fette la difesa irpina mettendo Bevis a tu per tu con Pezzella, ma il francese temporeggia un po’ troppo peccando di freddezza e non riesce a concludere. Poco dopo nuovo brivido per i padroni di casa, Pezzella si lascia sfuggire il pallone dalle mani dopo un cross di Casella, ma Carbonaro non riesce a deviare il pallone graziando i campani. Buon momento per gli ospiti che si rendono pericolosi ancora una volta al 53’ con Bevis che serve Carbonaro appena dentro l’area, ma Pezzella evita ancora una volta guai peggiori. L’inerzia della gara è però tutta dalla parte dei ragazzi di Ernesto Gabriele, che non stanno soffrendo per nulla l’inferiorità numerica. Al 56’ arriva il meritato raddoppio ospite, bella punizione di Quitadamo in mezzo, Pezzella è superlativo su Casella prima e su Carbonaro poi ma non può nulla sul tentativo di Bevis che si fa perdonare l’errore di inizio ripresa.

Al 71’ ci provano i padroni casa con Branicki, che ditesta impegna Aiello dopo una punizione del solito Tedesco. Con il passare dei minuti però la pressione dei campani scema vistosamente, la squadra di Liquidato non sembra credere molto alla rimonta e l’Fc controlla il match con grande maturità.

Al 78’ fuori anche Carbonaro per Dambros. Poco dopo secondo gol annullato ai campani, sempre con Alleruzzo che batte Aiello ma imbeccato in posizione irregolare. Al 93’ Pini vicino al tris, recuepora palla e supera Colarusso e non riesce a calciare. Passa un minuto e Pini si fa perdonare battendo Pezzella dal limite dell’area fissando il risultato sul 3-0. Successo importante per l’Fc Messina, che dà seguito alle vittorie con Troina e Marsala, mostrando tutta la propria solidità e maturità, non dando mai l’impressione di soffrire l’inferiorità numerica. La strada imboccata dal nuovo tecnico e  dalla squadra è quella giusta, con il Marina di Ragusa vietato fermarsi.

Il tabellino. San Tommaso – Fc Messina 0-3
Marcatori: 13′ Carbonaro, 56’ Bevis, 94’ Pini.
San Tommaso: Pezzella, Tizio (70’ Samake), Varricchio, Massaro, Colarusso, Cucciniello, Alleruzzo, Camara, Branicki, Tedesco, Maranzino (55’ Sabatino). A disp.: Dose, Lambiase, Falivene, Acampora, Moffa, Incatasciato, Cuomo. All.: Liquidato.
Fc Messina: Aiello, Giuffrida, Marchetti D., Carbonaro (78’ Dambros) , Fissore, Marchetti A., Casella, Brunetti, Camara (83’Pini), Coria (46’Quitadamo), Bevis. A disp.: Bonasera, Miele, Chiappino, Raffa, Puleo, Santapaola. All.: Gabriele.
Arbitro: Iacobellis di Pisa
Assistenti: Fracchiolla di Bari e De Chirico di Molfetta
Note – Espulso: 23′ Fissore (M – rosso diretto). Ammoniti: Colarusso (ST), Camara (ST).

Commenta su Facebook

commenti