Il Fc Messina in Coppa vince ancora ai calci di rigore: battuto 3-2 l’Acireale

Fc MessinaIl Fc Messina celebra il gol decisivo di Licciardello (foto Paolo Furrer)

Dopo il San Luca i peloritani eliminano un’altra big dalla manifestazione, al termine di una gara caratterizzato dall’ampio turnover per entrambe. Santapaola, Iurato e Licciardello firmano le reti decisive, mentre Giannini para la conclusione di Ortolini. Nel terzo turno la formazione di Ferraro troverà Trapani o Licata. 

Ciccone

Ciccone prova a riconquistare un possesso (foto Paolo Furrer)

Il pre-partita. Ennesima settimana contraddistinta da tre impegni ravvicinati per il Fc Messina, che dopo la sconfitta beffarda di Lamezia ritorna in campo per i trentaduesimi di finale di Coppa Italia ospitando al Franco Scoglio l’Acireale. Squadre con la testa rivolta al campionato e gli undici presentano tante novità per preservare i titolari. La formazione di mister Ferraro schiera Samb in difesa che salterà per squalifica la gara con la Sancataldese, Ciccone, Piccione e Gioia nella mediana a tre con Valente e Bozzanga a supporto di Sow. I granata di De Sanzo giostrano con De Souza e l’ex di turno Garetto in proiezione offensiva in appoggio al 2004 Lo Monaco.

Stelitano

Il saluto tra i capitani (foto Paolo Furrer)

La cronaca. Ritmi lenti, al 13′ Piccione ci prova su punizione senza creare pericoli concreti. Risposta acese al 19′ con un tiro di alleggerimento di Garetto. Al 29′ pericolo in area dell’Fc col cross messo in mezzo da Cottone ma il colpo di testa di Garetto non inquadra la porta. Due minuti dopo De Souza non arriva all’impatto con la sfera per il provvidenziale intervento in uscita di Giannini: l’azione era nata da un’errata uscita della difesa con intercetto di Cottone. Al 38′ l’Fc reclama un rigore su Gioia ma l’arbitro non è dello stesso avviso. Al 43′ bel gioco di gambe di Garetto che elude la marcatura avversaria e dai venticinque metri calcia di potenza col tiro che non esce di molto. Il primo tempo finisce a reti bianche senza alcun minuto di recupero. Nella ripresa esordio assoluto per lo juniores Alfonso Panvini, classe 2003 ex Leonfortese, che subito si mette in evidenza eludendo il proprio marcatore con un tunnel e mettendo al centro dell’area un rasoterra sventato a fatica dalla difesa ospite.

Bozzanga

Il catanese Bozzanga mantiene il pallone in campo (foto Paolo Furrer)

Al 2o’ Sow crea un pericolo sulla sinistra, il suo diagonale rasoterra termine di poco a lato. Valzer di sostituzioni da parte dei due tecnici con scelte differenti: De Sanzo s’affida agli over Russo, Ortolini e all’ex Correnti mentre Ferraro manda in campo il 2002 Godano. Al 36′ l’estremo difensore Giannini direttamente su rinvio serve il neoentrato Licciardello che si fionda sulla palla vagante e impegna in un’uscita disperata D’Alterio, che allontana all’ultimo momento. Al 43′ ottimo cross da parte di Faraone che trova di testa l’accorrente Licciardello che in tuffo in torsione non inquadra di poco la porta. Al novantesimo è Santapaola ad avere una buona occasione sui piedi ma la conclusione al volo non inquadra lo specchio. Al termine di cinque minuti di recupero non succede altro e come avvenuto in campionato la sfida si chiude senza reti. La qualificazione ai sedicesimi di finale passerà dai calci di rigore come già successo col San Luca. Ben sette gli errori complessivi ai calci di rigore tra traverse e tiri finiti sopra la trasversale. Decide la rete di Licciardello nonostante il tocco di D’Alterio che qualifica l’Fc al turno successivo contro la vincente di Trapani e Licata.

Acireale

L’undici titolare dell’Acireale (foto Paolo Furrer)

Il tabellino. Fc Messina-Acireale 3-2 dcr (0-0 al 90′)
Sequenza rigori: Piccioni gol; Santapaola gol; Russo alto; Piccione alto; Ortolini parato; Aliaga traversa; Correnti alto; Iurato gol; Brumat gol; Ciccone traversa; Esposito alto; Licciardello gol.
Fc Messina (4-3-3): Giannini; Iurato, Aliaga, Stelitano (37′ Faraone), Samb; Gioia (33′ st Santapaola), Piccione, Ciccone; Bozzanga (1′ st Panvini), Sow (31′ st Licciardello), Valente (22′ st Godano). A disp.: Cuomo, Pèrez, Carrozzino, Tosolini. All. Ferraro.
Acireale (3-4-2-1): D’Alterio; De Pace, De Souza, Cesarano (18′ st Russo), Esposito, Mustacciolo, Lo Monaco (18′ st Ortolini), Giordano (34′ st Piccioni), Cottone (29′ st Correnti), Brumat, Garetto (48′ st Cannino). A disp.: Governo, Todisco, Cadili, Tumminelli All. De Sanzo.
Arbitro: Aronne di Roma 1 (Petarlin-Zanon).
Ammoniti: Esposito (A), De Pace (A); Samb (M); Cesarano (A); Sow (M); Giordano (A); Iurato (M).