Il Due Torri non si accontenta. Venuto: “Vogliamo chiudere in bellezza”

Antonio VenutoAntonio Venuto per due anni è mezzo ha guidato a Gliaca di Piraino il Due Torri dei miracoli

Anche contro il Rende, il Due Torri dell’esperto tecnico Antonio Venuto ha mantenuto la porta inviolata, confermandosi la miglior difesa dell’intero torneo ed una delle meno trafitte in tutta Italia in quello che è stato un girone di ritorno a dir poco strepitoso con appena sei gol subiti in sedici partite: «Ci teniamo a vincere contro l’Hinterreggio e a mantenere la nostra porta inviolata – afferma il condottiero biancorosso – , sia per superare quota 50 punti, un obiettivo da raggiungere per rendere giustizia al nostro lavoro e per gratificare i nostri tifosi, sia per mantenere lo scettro di miglior difesa del campionato, motivo di orgoglio per la società. Nel girone di ritorno abbiamo subito appena sei reti in sedici partite, un dato da non sottovalutare che rende merito al Due Torri e conferma la nostra grande organizzazione difensiva».

Gaglio scappa alla morsa avversaria

Gaglio scappa alla morsa avversaria

Dopo lo 0-0 nel match casalingo contro il Rende per il Due Torri ottavo posto in classifica con 49 punti conquistati in 33 partite, frutto di 13 vittorie, 10 pareggi e 10 sconfitte, 32 gol fatti e 26 reti subite. Domenica prossima ultimo atto di questo avvincente torneo di Serie D, con la compagine pirainese che farà visita all’Hinterreggio: «Non sarà una partita facile – dichiara in chiusura il tecnico nebroideo – , ma ci teniamo a chiudere in bellezza. Siamo contenti del nostro percorso e siamo contenti del punto guadagnato in casa contro un’ottima squadra come il Rende».

Commenta su Facebook

commenti