Il Cus Unime batte di misura i Muri Antichi e cala il poker

Poker di vittorie consecutive per il Cus Unime, che, alla Cittadella Sportiva Universitaria, pur sudando più del previsto, ha regola i catanesi dei Muri Antichi per 12-11.

Azione d’attacco Cus Unime

Partita vibrante dal punto di vista agonistico. Gli “universitari” pigiano subito il piede sull’acceleratore grazie ai gol di Provenzale e Klikovac, due volte a bersaglio, ma i catanesi riescono a non farli scappare (3-2) con le reti di Gluhaic e Paratore.

Nel secondo parziale, protagonista il mancino Cusmano, che da il là al break cussino (6-3 all’intervallo lungo), ma si fa espellere per proteste. La reazione degli etnei è da applausi, così come le realizzazioni degli scatenati Gluhaic e Paratore, che riducono le distanze nel terzo spettacolare tempo (9-7).

Negli ultimi appassionanti minuti, Ruggieri e compagni operano l’aggancio sul 10-10 (4’) con i centri di Zovko, Gluhaic e Paratore, inframmezzati, sull’altro fronte, da quello di Steardo. A fare poi la differenza ci pensano, però, le conclusioni di Condemi e Steardo, che vanificano il sussulto finale di Muscuso.

“In tutta la stagione non ho mai commentato l’operato degli arbitri, ma francamente siamo molto scontenti della designazione e dell’arbitraggio – questa l’analisi amara e polemica di mister Sergio Naccari a fine incontro – ogni qual volta scappavamo via continuavano a fischiarci contro ed abbiamo anche ricevuto un’espulsione definitiva su un gol regolarissimo, senza aver ricevuto nessuna spiegazione. Nonostante ciò, l’abbiamo portata a casa e di questo non possiamo che essere soddisfatti ma, chiaramente, non possiamo essere contenti di come si sono comportati i direttori di gara”.

“Non è stata certamente una delle nostre migliori prestazioni – commenta Davide Steardo l’obiettivo era quello di assicurarci i tre punti soprattutto con queste squadre che lottano per la salvezza e non mollano fino alla fine. Abbiamo chiuso questo ciclo di affermazioni di fila prima della pausa e possiamo guardare avanti con ottimismo”.

CUS UNIME-MURI ANTICHI 12-11

CUS UNIME: Spampinato, Russo, Maiolino, Steardo 2, Provenzale 1, Condemi 2, Cusmano 2, Giacoppo, Ambrosini, Sacco 1, Klikovac 3, Parisi 1, Spizzica. All. Sergio Naccari.

MURI ANTICHI: Ruggieri, Carchiolo, Nicolosi, Zovko 1, Gluhaic 5, Aiello, Arancio, Belfiore, Leonardi, Paratore 3, Muscuso 1, Calarco 1, Ardito. All. Francesco Puliafito.

ARBITRI: Ricciotti e Lombardo.

PARZIALI: 3-2 3-1 3-4 3-4.

NOTE: Cusmano espulso per proteste nel secondo tempo. Usciti per limite di falli Nicolosi e Zovko. Superiorità numeriche: Cus Unime 6/10 + 1 rigore; Muri Antichi 1/11.

 

Commenta su Facebook

commenti