Il Città di Taormina rimonta il Real Siracusa Belvedere (1-1) ma perde la vetta

Città di TaorminaL'esultanza di Famà per la rete del pareggio

Primo pareggio casalingo della stagione per il Città di Taormina che impatta 1-1 con il Real Siracusa Belvedere e lascia il primo posto in classifica alla Nuova Igea Virtus, adesso capolista con un punto di vantaggio sui biancazzurri. Al “Bacigalupo” i padroni di casa creano tantissimo, ma non riescono a sbloccare il punteggio e vanno sotto al 67’ a causa della rete realizzata da Melluzzo. Ottima, però, la reazione allo svantaggio, con Famà che pareggia cinque minuti dopo. Risultato che non cambierà nonostante il netto predominio territoriale nel finale.

Città di Taormina

L’undici iniziale del Città di Taormina

La cronaca: La prima occasione della partita, al 14’, è di marca ospite con la punizione di Vincenzo Pepe che si stampa sul palo. Sarà l’unico vero lampo del primo tempo del Real Siracusa Belvedere, con il Città di Taormina che fa la partita, ma non riesce a sbloccare il risultato. Al 23’ una delle più belle manovre dell’intera gara, nata da un geniale tacco di Cannavò a centrocampo: Ferraù, poi, scambia con Lucarelli e chiama Aglianò alla parata in calcio d’angolo. Al 37’ Biondo accelera a sinistra e penetra in area, tocco di punta che non trova la correzione vincente di Lucarelli. Altra bella azione di squadra due minuti dopo: Cannavò per Lucarelli, palla dentro per Biondi, il cui rasoterra esce di pochissimo. Il Real Siracusa Belvedere si rivede in avanti solo al 49’ con un’altra velenosa punizione di Pepe che Cirnigliaro salva in due tempi.

Biondo e compagni non hanno sfruttato varie palle gol

Città di Taormina subito pericoloso in avvio di ripresa: Le Mura serve Biondo che manca la prima conclusione e poi calcia alto. Biondo ancora protagonista un minuto dopo, palla allargata su Lucarelli che rientra sul mancino e conclude sul primo palo, para a terra di Aglianò. Doppia occasione, poi, per Ferraù che al 64’ calcia alto in precario equilibrio vanificando un buon contropiede, mentre un minuto dopo il suo tiro da distanza ravvicinata, su assist di Cannavò, esce davvero di un soffio. Al 67’, in una delle rarissime ripartenze della ripresa, il Real Siracusa Belvedere trova il vantaggio: numero di Alfò a sinistra, Antonio Guerriero manca la conclusione a centro area, ma a rimorchio arriva Melluzzo che segna. Eccellente la reazione del Città di Taormina: al 72’ Godino, dal limite, chiama Aglianò alla respinta in corner e sul successivo tiro dalla bandierina Ferraù pesca Famà (in campo da dieci minuti) che di testa sigla l’1-1 e il secondo gol del suo campionato. Tante interruzioni nell’ultima parte della ripresa che diventa, però, un monologo del Città di Taormina, con un paio di interessanti situazioni non sfruttate, tanta pressione, ma poca concretezza. Si arriva, così, al 95’ quando Cannavò fa tutto da solo, rientra da sinistra saltando un paio di uomini, ma poi conclude sull’esterno della rete. Due minuti dopo, nell’ultima occasione della gara, Rossitto corre in campo aperto e calcia con forza, palla alta di poco.

Città di Taormina

Una conclusione di Ferraù

Città di Taormina-Real Siracusa Belvedere 1-1
Marcatori: 22′ st Melluzzo (S), 28′ st Famà (T).
Città di Taormina: Cirnigliaro, Pantano (17′ st Famà), Godino, Le Mura, Giorgetti, Trovato, Biondi, Ferraù (35′ st Fragapane), Cannavò, Lucarelli, Biondo. Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Castrianni, Quintoni, Di Natale, Vitale, Gulli, Lo Re, Caltabiano.
Real Siracusa Belvedere: Aglianò, Ballatore, Midolo (13′ st Brancato), Fontana (21′ st A. Guerriero), Ulma, Toure, Melluzzo (26′ st Rossitto), Pepe (21′ st Kebba), Hurtado, Ruiz (35′ st M. Guerriero), Alfò. Allenatore: Vittorio Jemma. A disposizione: Di Silvestro, Carasto, Genovese, Nanè.
Arbitro: Lorenzo Armenia di Ragusa.
Assistenti: Gianmarco Valenti e Domenico Cono di Palermo.
Note – Ammoniti: Toure (B), Godino (T), Giorgetti (T), Cirnigliaro (T). Corner: 9-1 – Recupero: 4′ e 8’.

Autori

+ posts