Il Città di Messina può sorridere: a Ragusa il secondo blitz stagionale (VIDEO)

Il difensore del Città di Messina Giovanni Cammaroto anticipa un avversario (foto Il Quotidiano di Calabria)
Il difensore del Città di Messina Giovanni Cammaroto anticipa un avversario (foto Il Quotidiano di Calabria)

Il difensore del Città di Messina Giovanni Cammaroto anticipa un avversario (foto Il Quotidiano di Calabria)

Il Città di Messina formato trasferta viaggia a vele spiegate. Nonostante una prova non esaltante, per ammissione degli stessi protagonisti, i peloritani hanno ottenuto il secondo successo esterno consecutivo, ed adesso la loro classifica soddisfa in pieno le aspettative di una dirigenza consapevole di avere allestito una rosa molto giovane e per questo esposta a qualche calo di tensione e di rendimento. Al cospetto di un Ragusa già all’ultima spiaggia, soprattutto dal punto di vista societario, i peloritani hanno mostrato comunque grande determinazione e voglia di rivalsa dopo la sfortunata prova nel derby con la lanciatissima Orlandina. Dopo l’iniziale vantaggio siglato da Bruno, che sta progressivamente trovando la forma migliore, gli iblei hanno sfoderato una reazione orgogliosa, ribaltando l’andamento di un match che sembrava a quel punto compromesso. Le marcature di Pino, al rientro dopo un doppio turno di squalifica ed in rete a pochi minuti dal suo ingresso in campo, e Manfrè, al quarto centro nelle ultime quattro uscite, il terzo in trasferta, hanno però consentito di sfruttare anche le gravi imprecisioni dei padroni di casa. Il gruppo è stato in grado di metabolizzare al meglio anche il forfait in extremis di Vella, innegabilmente uno degli elementi più talentuosi in rosa. L’ex attaccante del Licata tornerà comunque a disposizione per la prossima sfida interna.

Una mischia nell'area del Città di Messina sugli sviluppi di un calcio piazzato (foto Il Quotidiano di Calabria)

Una mischia nell’area del Città di Messina sugli sviluppi di un calcio piazzato (foto Il Quotidiano di Calabria)

Onesto nella sua analisi post-partita il vice-allenatore del Città di Messina Antonino Panarello, accomodatosi in panchina per la seconda trasferta consecutiva dopo la nuova squalifica del tecnico Gaetano Di Maria, costretto ancora una volta a seguire la sfida dalla tribuna: “Siamo soddisfatti per il risultato, meno per la prestazione della squadra. Abbiamo regalato un tempo al Ragusa, che inizialmente ci ha messo sotto. Hanno corso sicuramente più di noi ed affrontato meglio la prima parte di gara. Noi siamo scesi in campo un po’ molli, fallendo probabilmente l’approccio. La ripresa è stata più confortante. Ci prendiamo comunque questi tre punti, che sono fondamentali per la nostra classifica, il morale ed il nostro campionato”.

Domenica al “Celeste” sarà di scena il Noto, protagonista di un buon avvio di torneo e reduce dal pareggio strappato in extremis contro il Due Torri, grazie ad un doppio calcio di rigore. I granata hanno probabilmente superato le aspettative estive, dopo un’estate travagliata nella quale hanno vanificato l’eredità rappresentata da un eccellente girone di ritorno, in cui sono state una delle assolute protagoniste, rimontando dai bassifondi della graduatoria ed issandosi quasi fino alla zona play-off.

Questa la sintesi video della sfida tra Ragusa e Città di Messina e l’intervista al vice-allenatore peloritano Antonino Panarello:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com