Igea Virtus battuta dalla Castelbuonese. Terzo scivolone esterno consecutivo

La terza sconfitta consecutiva lontana dal D’Alcontres. Per l’Igea Virtus non è un periodo fortunato fuori dalle mura amiche. Dopo essere caduta sul neutro di Trecastagni contro il Giarre e in casa del Taormina, la formazione giallorossa cede anche sul campo della Castelbuonese, seppur su un terreno sul quale era davvero difficile giocare. Non soltanto per la forza dei padroni di casa, ma anche per le condizioni del rettangolo di gioco, sicuramente non ottimali a causa delle piogge cadute in settimana che hanno inciso sullo stato della terra battuta. Condizioni che non hanno certamente giovato al tasso tecnico degli ospiti. Finisce così 2-0 per i padroni di casa al “Failla”. Dopo un buon primo tempo, seppur senza occasioni degne di nota a parte una rete annullata a Maggio tra le proteste castelbuonesi, l’Igea Virtus scende di tono nella ripresa. Un presunto fallo di Carrello consente ai padroni di casa di presentarsi sul dischetto con Antista, il quale supera Galipò e regala il vantaggio ai suoi al 63′. Passano appena nove minuti e i granata trovano la rete del raddoppio con Arnone, il migliore della partita. Al 79′ l’Igea rimane addirittura in 10 per l’espulsione di Paolino Genovese. L’Igea Virtus perde non soltanto la testa della classifica, ma si ritrova addirittura fuori dalla zona play off. La Castelbuonese, invece, si conferma matricola terribile (ma anche qualcosa in più) e prende quota.

Le condizioni del terreno di gioco

Le condizioni del terreno di gioco

 

Print Friendly
The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti