Gustavo: “Qui per giocare e vincere. Di Messina mi hanno detto grandi cose”

GustavoGustavo Di Mauro Vagenin

Allegria contagiosa e la consapevolezza di essere un tassello importante del Messina che sta nascendo. Gustavo Di Mauro Vagenin, presentato al San Filippo insieme al difensore Martinelli, è uno degli elementi sui quali il tecnico giallorosso Arturo Di Napoli punta praticamente ad occhi chiusi. Dai piedi del brasiliano ci si attendono giocate di qualità: “Mi ritengo molto ambizioso ed ho voglia di giocare, di sudare la maglia e vincere. Tatticamente sono un esterno d’attacco, sia destro che sinistro, ma posso fungere anche da seconda o prima punta. Sono qui per dare il mio contributo alla squadra e per questa città. Dunque dico ai tifosi di sostenerci, perchè abbiamo bisogno di loro. Possono essere davvero molto importanti per noi”.

Il brasiliano insieme a Martinelli

Il brasiliano insieme a Martinelli

Alle spalle le esperienze con Salernitana, Lecce e Novara. Gustavo sa cosa vuol dire giocare in una piazza importante. “In tutte le squadre nelle quali ho giocato ho imparato tantissimo. Salerno è praticamente diventata casa mia. Ci sono stato tre anni, ho creato delle amicizie e vinto tre campionati. A Novara ho giocato sei mesi importanti, com’è avvenuto anche a Lecce. Ora spero di imparare tanto con mister Di Napoli“.

In riva allo Stretto ritrova il portiere Berardi, compagno in maglia granata al pari di Mancini, ritornato a L’Aquila dopo la parentesi di Messina della scorsa stagione. “Sono stato a Salerno insieme a Berardi e a Mancini. Di Messina mi hanno detto soltanto cose belle, ovvero che i tifosi sono caldi e stanno vicini alla squadra. Se riusciamo a far bene diventerebbe tutto molto importante per noi calciatori”.

Gustavo a centrocampo sul manto del San Filippo

Gustavo a centrocampo sul manto del San Filippo

Messina verso il debutto stagionale in Lega Pro, fissato domenica a Monopoli. Dopo un’estate caldissima la grande attesa sta per terminare e Gustavo fa da termometro: “Mi alleno qui da un paio di giorni. Nell’amichevole di Villafranca siamo riusciti a fare quello che ci ha chiesto il tecnico, ma penso che l’intesa crescerà nei prossimi giorni. Il Monopoli? Secondo me non dobbiamo guardare agli altri, ma a noi stessi, per giocare allo stesso modo contro qualsiasi squadra. Il girone meridionale, inoltre, è molto difficile. Noi andremo in Puglia per dimostrare la nostra forza e puntare a vincere”.

Commenta su Facebook

commenti