Il Green Palermo sbanca Canicattì e si rilancia in classifica

L'inizio del match fra Canicattì e Green Palermo

Uno dei migliori Green Basket della stagione sbanca Canicattì nel turno infrasettimanale, imponendosi con un rotondo 75-90 sul campo della miglior difesa della C Silver. Il primo canestro della partita è firmato da Daro Gullo, da tre punti: gioca bene il Green che va subito avanti 0-5 e soprattutto carica di falli la squadra di casa, facendosi sentire con grande intensità e presenza specie a rimbalzo d’attacco. Canicattì trova ritmo in attacco facendosi sentire nel pitturato, e passa avanti (16-12) sfruttando qualche errore di troppo ospite, specie dalla distanza. Due liberi di Lebo e un tiro dalla media di Lombardo fissano il punteggio sul 16 pari a fine primo quarto.

Daro Gullo in azione

Daro Gullo in azione

Al buon approccio iniziale il Green fa seguire un ottimo secondo quarto, volando sul +7 (22-29 dopo 14′) grazie ai jumper di Cacciavillani e a l’ispirato Fazio, mentre Jovic fa un gran lavoro nel pitturato. La squadra ospite mantiene il margine anche quando s’accende l’esterno più pericoloso della Virtus, il fromboliere Giusti. Due triple di Gullo decisive per i biancoverdi, che capitalizzano un tecnico alla panchina di casa portandosi sul 32-40: bravissima la squadra di Bonanno ad attaccare la zona, che Canicattì schiera continuativamente, con passaggi veloci e idee chiare. Un buonissimo Green che termina la prima metà meritatamente avanti sul 44-49.

La seconda metà inizia sulla falsariga della prima: Green che fa bene la partita, una sfida fisica e intensità gestita con molta severità dal duo arbitrale (ben 31 falli fischiati nel solo primo tempo). Trevisano e compagni non battono ciglio nemmeno di fronte ai problemi di falli di Jovic e Lombardo, rispettivamente a quattro con una vita da giocare. La squadra di coach Bonanno subisce un 5-0 da Portannese e Giusti, poi torna al comando con i punti di Lombardo e Cacciavillani sino al 58-68 di fine terzo periodo. Che però si conclude con l’uscita per falli di Jovic, sino a quel momento presenza costante sotto canestro con braccia come tentacoli.

Il jolly difensivo Samuele Colica

Il jolly difensivo Samuele Colica

Nell’ultimo quarto pare di vedere un film già visto, col Green che alza il piede dal pedale e fa rientrare Canicattì sino al -5 (69-74). Inizia una lunga serie di due per tre: ai tiri dalla media di Cacciavillani e Lebo rispondono Colica e Griffin, poi grande giocata di Lebo per il gioco da tre punti che vale il 75-81. Lo stesso croato poco dopo fa 2/2 dai liberi, mentre Fazio mostra i muscoli per il canestro del +10. Ancora il play di Capo d’Orlando mette il punto esclamativo per il 75-90 con cui il Green viola meritatamente il campo di Canicattì, due punti preziosissimi per la squadra palermitana. Ben sette uomini in doppia cifra per la squadra di coach Bonanno, che può festeggiare con il suo pubblico per una prestazione maiuscola per gioco e personalità.

Virtus Basket Canicattì-Green Basket 75-90
Green Basket – Gullo 16 (4/4, 0/3, 4/12), Cacciavillani 12 (3/3, 3/5, 1/5), Lebo 15 (9/11, 3/7, 0/2), Trevisano 14 (2/4, 3/3, 2/6), Jovic 10 (4/4, 3/5); Fazio 10 (0/1, 5/6, 0/2), Lombardo 13 (2/3, 1/3, 3/8), Tagliareni (0/1), Lupo, Biondo ne, Vitale ne, Cerasola ne. All. Bonanno, Vice: Verderosa.
(T2: 18/33, T3: 10/35, Rimbalzi: 39, Recuperi: 12, Perse: 14, Punti in area: 20, Assist: 14)
Virtus Basket Canicattì – Giusti 24, Dieme 1, Griffin 16, Portannese 21, Spampinato 2; Colica 11, Ura, Brancato, Bosco ne, Sferrazza ne All. Marzo.
Arbitri:Luca Massari e Antonio Giunta di Ragusa.

NOTE
Parziali: 16-16, 28-33 (44-49), 14-19 (58-68), 17-22 (75-90).
Falli: Green 23 – Canicattì 32. Tiri liberi: Green 24/30 – Canicattì 17/26.
Uscite per falli: Jovic, Gullo (Green Basket), Giusti e Portannese (Canicattì).

STATISTICHE GREEN
Rimbalzi: Gullo 3, Fazio 5, Cacciavillani 2, Lebo 11, Trevisano 6, Lombardo 5, Jovic 7.
Recuperi: Gullo 5, Fazio 2, Lebo 3, Trevisano 1, Lombardo 1.
Assist: Gullo 3, Fazio 6, Lebo 1, Trevisano 1, Lombardo 3.
Falli subiti: Gullo 7, Fazio 5, Cacciavillani 4, Lebo 7, Trevisano 3, Lombardo 2, Jovic 3.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti