Grassadonia: “Che involuzione, si è toccato il fondo”. Ignoffo: “Sconfitta meritata”

Le indicazioni del tecnico Grassadonia dalla panchina (foto Renato Ingenito)
Le indicazioni del tecnico Grassadonia dalla panchina (foto Renato Ingenito)

Le indicazioni del tecnico del Messina Grassadonia dalla panchina (foto Renato Ingenito)

Non usa mezzi termini Gianluca Grassadonia per descrivere la sconfitta rimediata a Martina Franca. Una battuta d’arresto quasi inaspettata che fa rimpiombare il Messina giù per classifica e morale. Così il tecnico giallorosso ai microfoni di Antenna dello Stretto nel post partita del “Tursi”: “C’è stata una totale involuzione, abbiamo giocato una partita molto brutta. Oggi si è toccato il fondo e possiamo soltanto risalire. Dispiace per la sconfitta, ma non abbiamo avuto grinta ed umiltà e così si fa fatica contro chiunque. Il Martina ha vinto meritatamente, gettando il cuore oltre l’ostacolo. Nonostante avessimo avuto la fortuna di passare in vantaggio, abbiamo subito successivamente due gol evitabili. Invece quando non si riesce a vincere occorre almeno non perdere”.

L'esultanza dei sostenitori al seguito dopo l'iniziale vantaggio siglato da Corona (foto Renato Ingenito)

L’esultanza dei sostenitori al seguito dopo l’iniziale vantaggio siglato da Corona (foto Renato Ingenito)

Grassadonia, analizzando i 90′, aggiunge: “Non è stato un discorso tattico, siamo mancati soprattutto a livello di personalità, giocando col piglio della prima della classe, quando invece si trattava di uno scontro diretto. Mi assumo la responsabilità di questa sconfitta, evidentemente non sono riuscito a far capire ai ragazzi l’importanza del match. Questo campanello d’allarme deve farci riflettere, dispiace trascorrere un Natale così”.

Unico tra i giocatori a parlare il difensore Giovanni Ignoffo: “E’ stata una sconfitta meritata. Rispetto alle ultime prestazioni siamo decisamente mancati e questo passo indietro ci fa davvero male, dopo le positive prove con Sorrento e Teramo. Per assurdo nel momento in cui abbiamo sbloccato il risultato siamo andati in seria difficoltà. L’errore più grande è non aver giocato con la giusta cattiveria, per questo dobbiamo assumerci le responsabilità e ricominciare da zero. Sei punti di distacco dall’ottavo posto possono essere tanti come pochi”.

Commenta su Facebook

commenti