“Giornata Rosa”, terza Claudia Minutoli. Jordy Piccolin (Top Spin) brilla a Terni

Podio rosa con la Minutoli

Tennistavolo nazionale al femminile nel week-end, caratterizzato dalla seconda “Giornata Rosa”, disputata al Palazzetto dello Sport di Prato. Ottimo risultato di Claudia Minutoli che conquista il terzo posto nel singolare di terza categoria. La pongista messinese, in forza alla formazione dell’Astra Valdina, chiude meritatamente sul podio una gara giocata tatticamente molto bene e con grande determinazione. La Minutoli, accreditata con la testa di serie n. 11, vince imbattuta il girone di qualificazione superando con il risultato di 3-0 Giulia Hu (T.T. Asola), Chiara Zanetta (Regaldi Novara), la cuneese Valeria Beccaria (testa di serie n. 10) e con un sofferto 3-2 l’esperta Dorina Camusso (T.T. Valdarno). Nel tabellone ad eliminazione diretta, l’atleta del presidente Gino Giunta, supera ancora con un perentorio 3-0 Giulia Ciferni (Frassati Napoli), testa di serie n. 7, e la n. 1 del torneo Stella Frisone (T.T. Savona) per 3-2. In semifinale, si ferma contro Daniela Viorica Nita (Alfieri di Romagna), avversaria di tante battaglie, vincitrice, poi, in finale sulla piemontese Erika Stanglini.

Jordy Piccolin (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Nell’assoluto maschile, giocato domenica al Palatennistavolo di Terni, predominio di Jordy Piccolin (T.T. Top Spin Messina) che ha la meglio in finale contro il cinese Chen Shuainan (Cral Comune di Roma), a conclusione di cinque combattuti set. Chen, con due parziali di 11-8 e 11-7, si porta in vantaggio sul 2-0, ma nulla può contro la rimonta di Piccolin che chiude vittoriosamente 13-11 al quinto. Grande entusiasmo per l’ennesimo sigillo del giocatore in forza alla Top Spin Messina, reduce dalla conquista della Coppa Italia e già pronto per il match di A/1 in programma venerdì prossimo, con inizio alle ore 17:30, che vedrà la formazione del tecnico Wang Hong Liang sfidare nella palestra di Villa Dante, il fanalino di coda Marcozzi Cagliari.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti