Giorgione: “Che armonia in questo gruppo. Ma il mio futuro non è ancora scritto”

Tra le certezze del precampionato del Messina c’è Carmine Giorgione, non a caso indicato tra i migliori nel suo ruolo dell’intera terza serie. Il combattivo centrocampista originario di Benevento è stato tra i protagonisti anche a Siena, prima tappa della stagione agonistica 2016/2017.

Giorgione

Il beneventano Giorgione in azione contro la squadra della sua città

L’ex calciatore del Savona, al secondo anno in riva allo Stretto, ha commentato con soddisfazione la vittoria colta al Franchi: “Cominciamo l’annata nel migliore dei modi. Era importante per tutti partire così, dal portiere all’ultimo elemento della panchina. C’è grande amalgama in questo gruppo, al di là dei tanti giovani inseriti in rosa. Si vede in campo che c’è voglia di aiutarsi e sacrificarsi per i compagni”.

Ai microfoni di Radio Amore ha parlato anche del suo futuro, che si conoscerà probabilmente soltanto a fine agosto. Alcuni problemi familiari, con i suoi cari residenti in Liguria, potrebbero infatti convincerlo ad accettare le proposte di alcuni club del Nord Italia: “La mia situazione è molto delicata. Nulla è certo ancora. Sul mio futuro non c’è ancora niente di definito. I problemi comunque restano fuori dal campo. Io ho avuto un passato difficile e sul terreno di gioco c’è sempre la voglia di riscattarsi dopo stagioni negative”.

Giorgione manovra in mezzo al campo (foto Alessandro Denaro)

Giorgione manovra in mezzo al campo (foto Alessandro Denaro)

Giorgione ha voluto comunque garantire la sua costante applicazione: “Di certo darò sempre il massimo e butterò sangue in campo per onorare la fascia da capitano e questa maglia, che rappresenta ogni singola persona di Messina”.

A convincerlo a prolungare la sua avventura siciliana potrebbero essere peraltro uno staff di assoluto livello e uno spogliatoio che fin dalle prime amichevoli e dagli allenamenti svolti a Fiuggi ha mostrato un’inusuale e per certi versi sorprendente spirito di gruppo: “Il mister e il suo staff sono persone eccezionali. Dovreste tutti vivere l’armonia che c’è quest’anno, i tifosi dovrebbero stare almeno un giorno con noi negli spogliatoi per capire subito quello che si è creato. Probabilmente è questo il principale segreto di un Messina incompleto ma già competitivo”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com