Giampà: “Spero sia stato solo un incidente. Gli scontri diretti determinanti”

FranchinaAlessandro Marchetti e Franchina (foto Marco Familiari)

Il Sant’Agata vuole lasciarsi alle spalle il “Franco Scoglio”. Nelle ultime nove giornate sono maturati soltanto due ko, entrambi in riva allo Stretto. Il tecnico Domenico Giampà cerca di guardare oltre: “Abbiamo perso male. Nelle ultime sette partite eravamo la seconda migliore difesa dopo l’Acr con appena quattro gol subiti. Spero sia stato soltanto un incidente di percorso contro il Fc. Siamo consapevoli comunque di quello che abbiamo fatto. Se ci avessero detto ad inizio girone di ritorno che saremmo stati attaccati alle altre per salvarci direttamente ci avremmo messo la firma”.

Fragapane e Brugaletta

Fragapane e Brugaletta in marcatura su Bevis

Il 5-1 incassato a Messina pesa un po’ emotivamente: “Lunedì abbiamo svolto una seduta defaticante, il morale tra i ragazzi era basso, ma conosciamo il valore del team peloritano. Potevano segnare anche più di cinque gol, purtroppo in una gara abbiamo subito più delle sette precedenti. È normale in un campionato sbagliare qualche partita ma anche io ho fatto errori”.

Al “Fresina” andrà in scena il primo di alcuni fondamentali incroci salvezza: “Con il Paternò è una gara importantissima, ormai siamo concentrati unicamente su quella. La nostra salvezza passa in casa, avremo tante sfide contro dirette rivali. Loro hanno ingaggiato due centrocampisti. In questo momento mi interessa poco dell’avversario, attendo una grossa risposta dalla mia squadra”. 

Costa dovrà scontare un’altra giornata di squalifica:La Gamba si sta allenando coi compagni, è in gruppo. Metterò la formazione migliore possibile. Sarà una gara dura, hanno perso in casa col Troina e avranno il dente avvelenato ma in uno scontro diretto per la salvezza entrambe proveranno a superarsi. L’intenzione è quella di fare noi la partita, pur sapendo che anche l’avversario può metterci in difficoltà”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva