Gelbison e Paternò salgono in cattedra e si prendono la testa della classifica

La Gelbison celebra la conquista della vetta

Il secondo turno infrasettimanale cambia le geometrie in classifica, sia ai piani alti con le due nuove capolista al comando, Gelbison e Paternò, che in coda, dove il Troina azzera i sei punti di penalizzazione inflitti ad inizio campionato. I campani, che domenica non erano riusciti ad andare oltre il pari nel fortino del “Corrado Alvaro”, si sono imposti sul difficile campo del Lamezia (1-2). Di Gonzales e Gagliardi le marcature dei rossoblù, a cui risponde Provazza per l’inutile gol dei calabresi.

Paternò

Il sorprendente Paternò ha conquistato la vetta (foto Anicito)

Il Paternò di mister Alfio Torrisi, dopo aver superato il Giarre, continua a vincere ed entusiasmare l’ambiente, imponendosi con il più classico dei risultati anche sul Licata: 1-0 con rete di Bontempo nel finale che vale la vetta. La Cavese dopo lo stop di domenica in casa del rinato Troina torna a vincere con un netto 3 a 0 sul Biancavilla rimanendo attaccata ad un solo punto di distanza dalla testa della classifica. Si ferma in casa l’Aversa che perde la prima posizione non riuscendo ad imporsi sul San Luca: risultato ad occhiali che mantiene la compagine campana sempre in alto.

Nel posticipo serale al “Tupparello” l’Acireale supera il Giarre per 2-0 con marcature di Correnti e nell’extra time di Raffaele Ortolini. Non vanno oltre il pari Sant’Agata e Castrovillari che si dividono la posta in palio in un entusiasmante incontro dove i lupi tolgono la gioia dei tre punti ai locali in pieno recupero con Mastropietro al 90+4 (Faella e Catalano per i locali e di Marchionna per il Castrovillari le altre reti).

Cavese

La Cavese è la principale favorita in ottica promozione

Ennesimo black-out del Portici che dopo il poker di domenica subito a Licata perde in casa per opera di un’altra compagine siciliana, il Fc Messina che con Sow risuona la carica dopo una partenza traballante in campionato. Stop casalingo anche per il Cittanova: la compagine della Piana viene battuta in casa per 2 a 1 dal Troina che si conferma bestia nera in campionato per i giallorossi. Illude l’iniziale vantaggio di Biondo rimontato da Cardella e El Hadj nel secondo tempo. Nulla può il Santa Maria Cilento in casa del Trapani che si impone per 4 a 1 con la doppietta di De Felice ed i gol di Bonfiglio e Gatto, l’ex Acr Cunzi con una splendida rovesciata per gli ospiti.

Nei bassifondi della classifica dilaga il Rende a discapito della Sancataldese in fase di restyling dopo le dimissioni dell’allenatore e del direttore sportivo (appena ufficializzati Ernesto Russo come nuovo ds e Giovanni Campanella nuova guida tecnica). In terra calabra il risultato è pesante: ben cinque le reti subite al “Lorenzon” dopo l’iniziale vantaggio di Tuccio per i verde amaranto. Palma, Consiglio, Riconosciuto, Furina e Abbey calano il sipario nel secondo tempo.

Real Aversa

Il Real Aversa tra le rivelazioni stagionali

Si ripartirà domenica 24 con l’ottavo turno: la capolista Paternò sarà chiamata a confermarsi in casa del Biancavilla e la Gelbison contro il Portici. Interessante derby invece in Calabria tra San Luca e Lamezia. Il prossimo turno. Biancavilla – Paternò, Castrovillari – Cavese, Fc Messina – Rende, Gelbison – Portici, Giarre – Città di Sant’Agata, Licata – Real Agro Aversa, San Luca – Lamezia, Sancataldese – Trapani, Santa Maria Cilento – Cittanova, Troina – Acireale.

La Classifica. Gelbison e Paternò 17 punti, Cavese e Real Aversa 16, Acireale* 14, Città di Sant’Agata, Fc Lamezia e Portici 13, San Luca 12, Licata e Fc Trapani** 10, Cittanova* 9, Santa Maria Cilento 8, Castrovillari e Fc Messina 5, Rende 4, Biancavilla 3, Giarre 1, Troina (-6) 0, Sancataldese 0. * gare da recuperare.