Al “Garden Sport” il Pistunina racciuffa in extremis il San Gregorio

Salvo Trovato (scatto di R.S.)

Al “Garden Sport” di Mili Marina, nel turno inaugurale di Promozione, il Pistunina evita in extremis la sconfitta casalinga grazie a Salvo Trovato che “fredda” il San Gregorio, nel primo dei cinque minuti finali di recupero decretati dall’arbitro siracusano Saggio. Premiate soprattutto la volontà e la determinazione dei padroni di casa, sui quali comunque mister Nello Miano deve ancora lavorare parecchio per poter ultimare il “cantiere aperto” che si trova tra le mani. Di contro gli etnei, passati per primi in vantaggio in avvio di gara, devono mangiarsi le mani per non aver saputo chiudere il match sprecando alcune ghiotte opportunità in contropiede. La cronaca: al 12′ S.Gregorio in vantaggio: Garozzo chiede e ottiene il triangolo da Viglianisi, e appena dentro l’area centrale supera Panarello in uscita con una precisa conclusione di piatto destro (0-1). Immediata reazione del Pistunina che si lancia subito all’assalto, sia pure in modo un pò approssimativo, conquistando diversi calci d’angolo consecutivi. La più ghiotta opportunità da rete arriva al 27′, quando Salvo Trovato – schierato inizialmente da seconda punta al fianco di Fugazzotto – scheggia la parte superiore della traversa con un sinistro dal limite. La formazione ospite replica con alcuni pungenti ripartenze sul lato sinistro, specialmente al 38′ quando Pandolfo verticalizza in corridoio per il solito Garozzo, sul quale Salvatore Panarello è bravissimo e decisivo a immolarsi in uscita sbarrandogli la porta col corpo.

Un duello aereo nell'area del S.Gregorio durante il finale di match (scatto di R.S.)

Un duello aereo nell’area del S.Gregorio durante il finale di match (scatto di R.S.)

Pistunina che parte deciso dopo l’intervallo e, trascorso appena un minuto, sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti di Ciccio Ingemi, Ruben Cardillo (classe ’97) riesce a sbagliare la più facile delle occasioni calciando incredibilmente a lato dalla cortissima distanza. Insistono i locali e all’11’, sempre su calcio di punizione, il solito Ingemi mette al centro una palla radente sulla quale ancora Cardillo arriva con un attimo di ritardo sul secondo palo, andando poi a sbattere sul legno della porta, forse anche perché spinto da un avversario, e rimanendo così contuso per qualche minuto. Rispetto alla prima frazione il S.Gregorio ha abbassato nettamente il proprio baricentro , permettendo così al Pistunina di incrementare la propria sia pure disordinata pressione. Fugazzotto, maggiormente assistito dai neoentrati Minissale e Romeo, conquista diverse punizioni nella metà campo ospite che però non vengono sfruttate a dovere. Di tanto in tanto, però, gli etnei si fanno vivi in contropiede e così al 20′ da pochi metri Pandolfo sul fronte sinistro calcia debolmente tra le braccia di Panarello. Ma la più clamorosa opportunità il S.Gregorio la costruisce al 45′ quando Siciliano, lanciato sulla sinistra, anziché servire la sfera a Garozzo, tutto solo in mezzo all’area, preferisce calciare a rete consegnando praticamente la sfera al portiere locale Panarello. Sul capovolgimento di fronte, scatta inesorabile la “legge” non scritta del calcio: nel primo dei 5′ di recupero finali decretati da Saggio, Fascetto “cicca” il più facile dei rilanci consentendo a Trovato di coordinarsi sul suo piede preferito, il sinistro, per una precisa battuta di controbalzo che s’insacca nell’angolo basso alla sinistra di Calabretta (1-1).

PISTUNINA-S.GREGORIO 1-1

PISTUNINA: Panarello, Cassisi, Campo, Bonùra D. (18’st Minissale), Foresta, De Maria (32’st Romeo), Angerame, Ingemi F., Fugazzotto, Trovato, Cardillo (42’st Ingemi S.). All. Miano.

S.GREGORIO: Calabretta, Colonna, Pandolfo, Rundo, Fascetto, Salemi, Siciliano, Nocera (14’pt Taormina), Viglianisi (25’st Laudani), Verzì (10’st Rapisarda), Garozzo. All. Maugeri. ARBITRO: Saggio di Siracusa (Assistenti Bufolino e Santuccio di Siracusa).

 RETI: 12’pt Garozzo, 46’st Trovato.

NOTE: corner 5-1 per il Pistunina. Recuperi 2′ e 5′

Commenta su Facebook

commenti