Gabriele: “Sapevamo che era difficile. Dambros e Geran hanno fatto bene”

Ernesto GabrieleIl tecnico Ernesto Gabriele (foto Giovanni Chillemi)

Il Fc Messina allenato da Ernesto Gabriele ha ottenuto ben 19 punti nelle ultime otto gare, cedendo l’intera posta in palio soltanto alla Cittanovese. E tra le sei vittorie conquistate dal nuovo tecnico la più sofferta è stata proprio quella con un’altra calabrese, la Palmese di scena al “Franco Scoglio”.

Il tecnico non lo ha nascosto in sala stampa: “Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata e da una settimana lo ripetevo alla squadra. Loro sono venuti qua per difendersi e chiudevano bene gli spazi. Noi abbiamo manovrato un po’ più lentamente rispetto al solito. Per fortuna abbiamo ottenuto la vittoria in extremis”. 

Tribuna A

Una visuale della Tribuna A (foto Giovanni Chillemi)

Rispetto a qualche settimana fa, i peloritani trovano avversari più chiusi e compatti: “La Palmese non merita quella posizione di classifica. Non è la prima squadra che si chiude e punta sulle ripartenze. Sono entrati nella nostra metà campo soltanto un paio di volte, mentre noi abbiamo avuto almeno sei occasioni da rete nitide”.

Giuffrida e compagni sono nuovamente al quarto posto, a -1 dal Troina terzo e con una lunghezza di margine su Licata e Giugliano. Vi sono ben sei formazioni in appena cinque punti e la lotta sarà serratissima: “Siamo tornati in zona playoff, ma mancano ancora tante partite. L’obiettivo è quello di fare sempre meglio, speriamo di riuscirci”. 

Geran

Il francese Geran all’esordio (foto Giovanni Chillemi)

Con trenta reti all’attivo, il Fc vanta sempre il terzo attacco del girone ma ha pesato la nuova assenza di Carbonaro: “Speriamo di averlo a disposizione per Corigliano. Chi lo ha sostituito comunque si è fatto valere. Dambros ha lavorato tantissimo e ha tirato due o tre volte in porta. Ha avuto la sfortuna di trovare un portiere che si è sempre trovato nella posizione giusta”.

Confortante l’esordio del neo-acquisto, il francese Geran, apparso comunque in ritardo di condizione: “Ha fatto bene e a me piace, perché è un torello. Non ha ancora i novanta minuti nelle gambe ma sta lavorando seriamente per crescere e questo lo apprezziamo. Un’altra freccia per il nostro arco”.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva