“Franco Scoglio”, c’è l’agibilità per 3mila spettatori. Decisiva l’ordinanza di Accorinti

Renato AccorintiIl sindaco uscente Renato Accorinti

In occasione di Messina-Acireale gli spalti del “Franco Scoglio” saranno aperti al pubblico di fede giallorossa. Al termine della nuova riunione della Commissione di Vigilanza sui pubblici spettacoli è arrivato infatti l’ok. Si tratta, come già avvenuto alla vigilia del match con il Gela, di un’agibilità parziale, valida per il singolo evento. Slitta quindi ancora la concessione annuale della struttura di San Filippo. Rispetto al match precedente, diminuisce però la capienza consentita: da 6.900 posti a quota 3.000.

"Franco Scoglio"

Un’Odissea l’apertura settimanale del “Franco Scoglio”…

Nel pomeriggio si era concretizzato infatti un nuovo ostacolo, ovvero una prescrizione legata all’impianto audio. La certificazione presentata dal club è stata ritenuta insufficiente dall’organo prefettizio. A questo punto si è rivelato determinante l’intervento del Sindaco Renato Accorinti, che ha firmato una nuova ordinanza per la deroga al superamento del limite delle emissioni sonore.

La burocrazia non sembra lasciare scampo all’ACR. Appare a questo punto risolutivo l’intervento dell’Amministrazione comunale, che in occasione della precedente gara casalinga del club presieduto da Pietro Sciotto, aveva già effettuato i lavori richiesti invece per la messa a norma dell’impianto anti-incendio, legati in particolare ad un malfunzionamento dei sensori di rilevazione fumi. Superato quell’ostacolo e le prescrizioni relative all’UPS, ovvero il gruppo di continuità, si erano concretizzati infine i passaggi legati alla conformità delle vetrate presenti a bordo campo ed ai costi di formazione del personale. Adesso, come detto, la questione dell’impianto sonoro. Insomma, la Dea bendata sarà pure cieca, ma quando si parla di calcio a Messina ci sente benissimo…

Commenta su Facebook

commenti