Foti: “Festeggeremo sul lungomare. Rispettiamo Messina, che vive un dramma sportivo”

Messina-RegginaL'esultanza dei calciatori della Reggina a fine gara (foto Paolo Furrer)

Il prolungarsi delle conferenze di Nello Di Costanzo e Fabrizio Ferrigno non ha consentito l’arrivo in sala stampa dei tesserati della Reggina. Riprendiamo quindi le battute dei principali protagonisti, che hanno incrociato soltanto i cronisti calabresi, da Stretto Web.

Messina-Reggina

La Reggina celebra la salvezza con i suoi tifosi (foto Paolo Furrer)

Ovviamente soddisfatto il patron Lillo Foti: “Oggi il primo pensiero è nei confronti di Messina e del Messina, che sta vivendo un dramma sportivo. Siamo qui in casa loro ed è giusto rispettarli. Tutti ci abbiamo creduto sempre, abbiamo lottato e conquistato con grande determinazione ogni singolo tassello che ci ha portato a questa salvezza quando nessuno ci credeva. Io rappresento 29 anni di sacrifici, oggi è il suggello così importante di quello che la Reggina rappresenta. Forse qualche volta questo non appare; qualche critica, forse meritata, ci può stare, però nessuno può dimenticare e deve dimenticare la storia di questa società”.

Spazio ovviamente ai festeggiamenti: “Ho già chiesto al Sindaco Falcomatà di fare un giro col pullman scoperto e mi ha dato la sua disponibilità, ci apprestiamo a dedicare questa vittoria ed a ritrovare la simbiosi con Reggio Calabria. Saremo su Lungomare e sul corso Garibaldi. Vogliamo contagiare tutti i nostri tifosi con la gioia che adesso si respira nello spogliatoio. Oltre agli 800 che oggi sono qui e hanno avuto la gioia di festeggiare ed esaltarsi, è giusto che adesso questa arrivi anche a tutta la città“.

Commenta su Facebook

commenti