Ferrigno (VIDEO): “Siamo sulla buona strada”

La stretta di mano tra i due capitani, Amadio e Corona (foto Luca Maricchiolo)

La stretta di mano tra i due capitani, Amadio e Corona (foto Luca Maricchiolo)

Non fa drammi il direttore sportivo del Messina, Fabrizio Ferrigno, dopo il 2-2 con l’Aprilia. “I ragazzi hanno dato tutto, uscendo dal campo stremati. Affrontavamo una buonissima squadra come l’Aprilia che aveva battuto in precedenza compagini sulla carta più forti. Il Messina sta crescendo, rispetto alle altre gare c’è stata maggiore determinazione. Dobbiamo migliorare, ma siamo sulla buona strada. Se avessimo giocato con questo spirito anche nelle scorse settimane avremmo avuto un’altra classifica”.

Sull’azione che ha originato il definitivo pareggio dei laziali spiega: “Il gol è maturato a tre secondi dalla fine, non c’è stato neanche il tempo di riprendere la partita. Montella ha vinto un paio di contrasti prima di andare al tiro, forse occorreva buttar via la palla, ma non ci attacchiamo a questo”.

Vanificate, parzialmente, le prodezze di Corona e Parachì. “Il gol di Corona è difficile vederlo anche in Serie A. Quella di Parachì è stata un’altra perla. Mi fa piacere abbia fatto gol proprio lui, era in difficoltà e ha reagito da uomo, dimostrando di essere un valore aggiunto per questo Messina. Andrea era giù dopo la gara con il Tuttocuoio, ora siamo contenti che si sia sbloccato”.

La disperazione di Lagomarsini

La disperazione di Lagomarsini dopo il gol del pareggio incassato al 94′ (foto Luca Maricchiolo)

L’analisi sulla situazione relativa agli indisponibili è poi emblematica. “La lista degli infortuni è lunga, ma la rosa è ampia e non dobbiamo piangerci addosso. Chi ha sostituito Guadalupi e Maiorano ha dato il massimo. Dobbiamo semplicemente dare al mister il tempo di lavorare, sono certo che alla fine raggiungeremo l’obiettivo. Non mi sorprende l’equilibrio del torneo, tutte le gare sono dall’esito imprevedibile, lo hanno dimostrato oggi le vittorie esterne di Sorrento e Melfi. Tutte le squadre si sono attrezzate in estate per ambire ai primi otto posti, dato il format del campionato. Ammetto comunque che alla vigilia avremmo comunque ipotizzato un maggior numero di punti dopo cinque giornate”.

Mercoledì la Salernitana in Coppa, domenica l’Aversa Normanna per il campionato. Una doppia trasferta campana all’orizzonte. “Il Messina ci arriva con lo spirito del guerriero. Ci teniamo alla Coppa Italia, ma la mente va proiettata anche alla sfida con l’Aversa Normanna di domenica”.

Questa l’intervista video al direttore sportivo del Messina Fabrizio Ferrigno:

Questa l’intervista video all’allenatore del Messina Gaetano Catalano:

Questa l’intervista video al centrocampista del Messina Rosario Bucolo:

Commenta su Facebook

commenti