Fazzi: “Sconfitta che fa girare le scatole. Il Latina non è apparso superiore”

Acr MessinaFazzi con i compagni a colloquio con i tifosi (foto Paolo Furrer)

A commentare la sconfitta di Latina in sala stampa anche l’esperto Nicolò Fazzi, che non ha nascosto tutto il suo disappunto: “Ci gira un po’ male, non basta evidentemente tutto il lavoro che svogliamo in settimana. Ci abbiamo messo del nostro sul loro rigore, anche se abbiamo creato qualche occasione nitida e probabilmente c’era un rigore su Adorante. Girano le scatole perché non ho visto un Latina superiore a noi: non hanno praticamente tirato nello specchio della porta. Dobbiamo compattarci, lavorare di più e ripartire: non vedo scorciatoie alternative. Era una partita importante”.

tifosi Messina

I sostenitori del Messina a Latina (foto Paolo Furrer)

L’ex calciatore del Padova ha ricoperto tre ruoli diversi nel corso della gara, partendo da esterno destro alto e passando poi nella difesa a tre e infine in quella a quattro. Rimescolamenti tattici che non sono stati sufficienti e hanno indotto una sterzata soltanto nel finale: “La reazione c’è stata, nel secondo tempo le occasioni le abbiamo create. Abbiamo avuto il pallino del gioco ma potevamo fare di più. Sono partito da quinto di centrocampo, il mio ruolo naturale. Non ero al cento per cento dopo l’infortunio ed essendo una posizione molto dispendiosa il mister mi ha arretrato e da terzo dietro potevo impostare e giocare più palloni. Non è bastato inserire attaccanti in più, che pure ci hanno dato peso. Non abbiamo acciuffato il pareggio”. 

Fatale l’ennesima disattenzione, coincisa con un posizionamento difensivo non ottimale: “Perdiamo ancora una volta su un episodio, come con l’Avellino. Sul taglio sono stato disattento, ma Celic ha messo una pezza e poi è nato il rigore nel contrasto successivo. La classifica non la guardo ancora, non dobbiamo vincere il campionato ma salvarci. Abbiamo dimostrato che al completo ce la possiamo giocare con tutti. Abbiamo offerto una discreta prestazione, anche se infortuni e Covid stanno pesando. La squadra si applica con dedizione massima, soltanto con il lavoro possiamo ribaltare questa inerzia negativa”.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma