Esposito: “Pareggiato contro una corazzata”. Grieco: “Felice dopo una prova così”

Il portiere Grieco grande protagonista: qui lo stacco di Sabatino

L’1-1 contro l’Acr Messina soddisfa nel complesso il mister Gianluca Esposito, allenatore della Polisportiva Santa Maria, raggiunta dal gol di Crisci in pieno recupero dopo le tante palle gol non concretizzate in precedenza dai peloritani: “C’è un po’ di amarezza per aver preso gol nei minuti finali, però sono contento e orgoglioso della prestazione offerta dai ragazzi, dal punto di vista del gioco per il primo tempo e per la sofferenza e l’attaccamento del secondo. Penso che se avessimo vinto saremmo stati un po’ in debito con la fortuna e il Messina avrebbe potuto recriminare per le occasioni avute. Il pari ci va benissimo, contro una squadra forte, una corazzata che è la più accreditata per vincere il campionato”.

L’ingresso della Polisportiva Santa Maria Cilento

E dire che proprio all’ultimo istante la parata di Lai su Campanella ha negato ai campani  quello che sarebbe stato il nuovo clamoroso sorpasso: “Ciccio avrebbe meritato il gol per l’allungo fatto al 94′ e poi vincerla con gol del capitano sarebbe stato un finale bellissimo, scritto dal miglior sceneggiatore. Una partita bella, tra due squadre forti. Sono contento per il risultato, con un po’ di amaro in bocca per il finale, ma che penso sia giusto”.

Alle proteste dell’Acr per la rete non convalidata ribatte: “Ero a 70 metri e vedere se la palla fosse entrata era impossibile, come per tutti quelli che non stavano in linea o si trovavano ad un metro e mezzo. Se la mia visuale non mi permette di giudicare così deve essere anche per gli altri. Le parate di Grieco? Non sono sorpreso dalla sua prestazione. Abbiamo una rosa che è valida in tutti i suoi elementi. La filosofia con cui è stata costruita questa squadra è che tutti possono essere titolari o riserve”.

Una conclusione di Maggio, il bomber dei campani

Il giovane portiere Giovanni Grieco, autore di alcuni grandi interventi, è stato l’uomo decisivo per la Polisportiva Santa Maria: “E’ stato un pareggio contro una squadra che se non è la più forte è sicuramente tra le migliori. C’è rammarico per com’è arrivato il gol dopo aver sofferto tanto, però il merito va a loro per essere stati sempre sul pezzo, specie nel secondo tempo. Sono soddisfatto, quando vengono queste prestazioni è normale ci sia felicità. Peccato per il pareggio perché sarebbe stata una bella vittoria, ma dobbiamo pensare alla prossima. La classifica ripaga gli sforzi che stiamo facendo e le buone prestazioni, dobbiamo continuare su questa strada”.

Grieco è anche il protagonista dell’episodio più discusso, ovvero il gol fantasma di Cretella: “Sarei falso a dire che quell’azione l’ho vista chiaramente – racconta il numero 1 – ma con il piede, dopo la ribattuta, sono andato sulla linea, quindi se il pallone mi ha colpito lì non è entrato, però vorrei andare a rivederlo”.

 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva