Eccellenza: Il Rometta richiama Ivan Cordima, l’obiettivo è la salvezza

Ivan Cordima

Continua il periodo nero per il Rometta, la formazione tirrenica, in evidente caduta libera, è chiamata assolutamente a risalire la china per evitare di compromettere una situazione divenuta adesso allarmante. La sconfitta subita nello scontro salvezza del Tupparello di Acireale, fa infatti scivolare la squadra di Guido De Maria in penultima posizione, che attualmente significa retrocessione diretta.

Nino Micali, patron del Rometta

Nino Micali, patron del Rometta

Nino Micali, patron del club, nello scorso fine settimana aveva deciso in un primo momento di abbandonare l’attività agonistica, poi il repentino ripensamento e la decisione di non gettare al vento i tanti sacrifici fatti dall’inizio della stagione. La squadra è scesa regolarmente in campo ed i calciatori hanno disputato una buona gara, nonostante il risultato negativo. Malgrado i pochi allenamenti nelle gambe, Billè e compagni hanno dato un grande segno di attaccamento alla maglia, ciò fa sperare bene per il proseguo del torneo.

La società intanto, per cercare di fronteggiare il momento poco esaltante, ha richiamato in squadra il centrale difensivo Ivan Cordima, classe 93′, solo scampoli di partita per lui ad Acireale. Nonostante la giovane età, Cordima può divenire uno dei punti cardine della difesa, il giocatore messinese vanta un curriculum di tutto rispetto per aver disputato diversi campionati d’Eccellenza. Titolare fisso da Juniores al suo primo anno alla Spadaforese, Cordima passa al Città di Messina, quindi si guadagna uno spazio al Taormina, per poi giungere al Rometta, dove un infortunio lo ha penalizzato. Adesso si appresta a trovare lo spazio che merita e cercherà di dare il proprio prezioso contributo per portare alla salvezza la squadra tirrenica.

Ivan Cordima, in azione, con la maglia del Città di Messina. (foto Isolino)

Ivan Cordima, in azione, con la maglia del Città di Messina. (foto Isolino)

Domenica prossima i romettesi torneranno a giocare fra le mura amiche per ospitare il Catania San Pio X. La formazione etnea vuole conquistare un posto nei playoff, attualmente è appaiata al Siracusa, in quarta posizione. Per la squadra di Guido De Maria un avversario difficile da affrontare in un momento particolare della stagione.

Il momento negativo psicologico dei rossoblu si ripercuote anche sulla formazione Juniores, che ha perso l’imbattibilità, subendo un inatteso stop interno. Con gli uomini contati, il team di Nunzio Trischitta cede di schianto al Filari davanti all’irruenza di uno straripante Riviera Nord Messina, che fa sua la gara con un eloquente 7–3.

Commenta su Facebook

commenti