Due Torri, Puntoriere: “Giusto approccio”. Matinella: “Culliamo il sogno playoff”

Marco Puntoriere s'invola sulla sinistra

Contro l’Hinterreggio ha segnato il classico gol dell’ex, siglando il 2-0 che ha consentito al Due Torri di mettere in cassaforte un’altra vittoria importante. Marco Puntoriere, con sette centri, è il capocannoniere stagionale dei biancorossi. “Abbiamo avuto il giusto approccio alla gara, trovando subito il gol ed una volta in vantaggio abbiamo giocato più tranquilli. Nel finale di primo tempo, inoltre, abbiamo chiuso il match con la seconda rete. L’Hinterreggio è una bella squadra, capace di giocare palla a terra. Ci ha messo in difficoltà nella ripresa, quando siamo arretrati non soltanto per colpa nostra. Il nostro è un gruppo compatto. C’era qualche assenza, ma tutti sanno rendersi utili alla causa. Il bilancio del girone d’andata è positivo, non ci aspettavamo di avere questo bottino di punti. Prima vengono i risultati, poi penso a quanto viene a livello personale, ma posso ritenermi soddisfatto per entrambi gli aspetti. Lavoriamo col mister sulla base del 3-5-2 sin dal ritiro e stiamo andando bene così”.

Un placcaggio ai danni di Puntoriere

Un placcaggio ai danni di Puntoriere

Questa l’analisi dell’esperto difensore Santo Matinella: “Abbiamo disputato il primo tempo con la giusta mentalità. Li pressavamo alti e siamo riusciti a non farli giocare, avendo preparato la gara nei minimi dettagli. Per noi è stata una sfida dai due volti, perchè nella ripresa ci siamo abbassati, forse per timore, in quanto vincendo 2-0 inconsciamente subentra un pò di paura. L’importante era però ottenere questi tre punti. Il mister ci ha martellato sulle palle inattive, dicendo che soffrivano in particolare queste situazioni e così è stato. Ingrassia ? Ha messo due pezze su conclusioni difficili da parare. Il nostro è un gruppo compatto, ciascuno dà il suo contributo ed era importante non prendere gol. L’obiettivo della società – prosegue Matinella – è la salvezza. Siamo a quota 22 punti e dunque a metà dell’opera. Il resto si vedrà giornata dopo giornata, ma in fondo culliamo il sogno playoff, sperando di raggiungere il quinto posto. Nel girone di ritorno, infatti, inizia tutto un altro campionato. Prova ne sia la Tiger che ha vinto fuori casa o la Battipagliese ed il Sorrento che hanno dei grossi problemi societari. Gennaio e febbraio saranno dei mesi fondamentali per capire chi lotterà per il vertice e chi invece per salvarsi. Personalmente spero di dare il mio contributo, mettendo la mia esperienza a disposizione di un gruppo molto giovane”.

Commenta su Facebook

commenti