Di Napoli: “Fiducioso anche in un momento difficile. Grande vicinanza dai tifosi”

Di Napoli interviene in aula per rilasciare dichiarazioni spontaneeArturo Di Napoli è già stato condannato nell'ambito dell'operazione "Dirty Soccer"

È un Arturo Di Napoli provato ma sereno quello che in tarda serata accetta di commentare, dopo avere ottenuto l’ok dai suoi avvocati, l’intenso dibattimento di secondo grado del processo ospitato dal Vittorio Veneto di Roma. “Sono fiducioso perché al di là di una sentenza positiva o negativa credo alla mia coscienza e so di non avere commesso quanto mi viene contestato. Questo mi dà forza e grande serenità anche se non nascondo che sto attraversando un periodo non facile sia dal punto di vista professionale che per la mia vita privata. Non ho vissuto bene queste settimane però la famiglia, mia moglie e mio figlio, e l’avvocato Antonio Fazio mi sono stati molto vicini”.

Manfredi, Di Napoli e Argurio

Il significativo abbraccio tra Manfredi, Di Napoli ed Argurio, alla vigilia della sentenza di condanna

“Re Artù” ringrazia ancora una volta per il supporto i sostenitori del Messina anche se teme che qualcuno possa avere paradossalmente già dimenticato il suo impegno in estate, quando è stato tra i promotori dell’operazione che ha salvato il calcio professionistico in riva allo Stretto: “I tifosi hanno creduto in me anche dopo una pronuncia negativa ed è un onore essere considerato comunque uno di loro. La città mi ha dimostrato insomma grande vicinanza e solidarietà, a differenza di qualcun’altro. Tengo a sottolineare che prima di entrare in aula mi ha manifestato il suo personale in bocca al lupo, in vista della seconda tranche del processo, anche Lello Manfredi”.

Commenta su Facebook

commenti