Il derby è di Agrigento. Grande rimonta di Barcellona che non riesce a sbloccarsi lontano da casa

La Fortitudo Agrigento è al gran completo, ad eccezione dell’infortunato Portannese, per il secondo derby consecutivo dopo il ko patito contro i cugini della Pallacanestro Trapani, sulla sua strada incrocia il Basket Barcellona alla ricerca della prima vittoria esterna stagionale, avendo perso finora sui parquet di Verona, Ferentino e Napoli. Bel colpo d’occhio quello offerto dal PalaMoncada di Porto Empedocle, teatro naturale della sfida dopo che la società agrigentina ha pagato la multa avverso la squalifica del campo comminata dal Giudice Sportivo. In classifica Agrigento sopravanza la squadra giallorossa di due punti, grazie alle quattro vittorie conseguite, frutto dei successi ottenuti su Casalpusterlengo, Forlì, Casale e Napoli. Oltre duecento i sostenitori giunti dalla città del Longano per sostenere i propri beniamini e posizionati dietro la panchina di coach Giovanni Perdichizzi.
La cronaca: in campo Franco Ciani manda in campo il quintetto composto dall’ex di turno Piazza, Williams, Chiarastella, Udom e Dudzinski Perdichizzi risponde con Kelley, Spizzichini, Shepherd, Da Ros e Garri.
Il primo canestro dopo un minuto e mezzo arriva con la tripla di Dudzinski, risponde Spizzichini col gioco da tre punti. Quarto caratterizzato dal punteggio basso per gran parte dell’incontro e deciso in favore della Moncada Agrigento grazie alle armi che coach Franco Ciani ha avuto modo di sfruttare al meglio in questa prima parte di stagione, ovvero l’organizzazione nel gioco offensivo che culmina spesso in un’ottima distribuzione dei tiri e nella scelta delle triple. E proprio le conclusioni dalla lunga distanza, in particolare quelle di Saccaggi e dell’ex Evangelisti, hanno fatto pendere l’ago della bilancia in favore della Fortitudo, che ha avuto la meglio su una Barcellona capace di restare a contatto grazie alla forza dei propri lunghi, in particolare Da Ros e un Garri (doppia doppia da 16+13) che ha fatto capire perchè ha fatto parte con profitto in Nazionale.

Alfrie Kelley, miglior marcatore di squadra con 17 punti

Alfrie Kelley, miglior marcatore di Barcellona con 17 punti

Mani fredde nei primissimi minuti di gioco, con entrambi gli attacchi che faticano ad entrare in ritmo e il solo Dudzinski che riesce a trovare con una certa continuità il fondo della retina barcellonese. Dopo il quinto punto del pivot della Moncada, però, gli ospiti infilano un parziale di 9-0 concretizzato soprattutto dal citato Garri e Marchetti, autore della prima tripla della serata per i ragazzi di coach Perdichizzi. Nel finale di quarto Agrigento recupera un po’ di terreno grazie ai liberi di Piazza. È nel secondo periodo, però, che la Fortitudo tira fuori la tempra della grande squadra, e dopo una tripla di Kelley si scatenano i padroni di casa: Evangelisti e Saccaggi aprono il fuoco dalla lunga distanza e riportano in vantaggio la formazione di coach Ciani, la quale completa un lungo parziale di 13-0 in cui compaiono anche il solito Dudzinski, inarrestabile sotto le plance di Barcellona, e un Williams partito in modalità diesel. Per gli ospiti, il secondo quarto è da dimenticare, visto che Agrigento va all’intervallo lungo sul +12, (40-28).
Il terzo quarto si apre con un’altra tripla di Evangelisti, ma soprattutto con il tentativo di rientro da parte di Barcellona, con Kelley e Shepherd che sparano da fuori e Da Ros e Garri che provano a prendere il dominio dell’area agrigentina. Ne viene fuori un parziale di 10-0 in cui fanno una grande parte anche Spizzichini con i rimbalzi e il già citato ex di Biella. La Fortitudo non ci sta, Saccaggi prova a portarsi ancora la squadra sulle spalle a suon di triple assieme a un Dudzinski tornato in formato “primo quarto” e al ritrovato Evangelisti, che segna cinque punti di fila e manda Agrigento in doppia cifra di vantaggio prima degli ultimi dieci minuti di gioco. Kelley non si arrende e infila due triple in avvio di ultimo periodo, e ancora una volta sono i lunghi ad accorciare le distanze: due punti di Borra e tre di Garri riportano sotto Barcellona. Piazza e Williams provano a scavare un nuovo solco in favore della Fortitudo, la quale mantiene sempre almeno un paio di possessi di vantaggio e con l’ennesima tripla di Saccaggi a un minuto dalla fine chiude il match. Finisce 79-73 in favore di Agrigento, che così si rifa dopo il derby perso sette giorni fa contro Trapani. Per Barcellona è il quarto ko consecutivo in trasferta, vero tallone d’Achille della squadra che adesso dovrà recuperare il terreno perso davanti al pubblico amico del PalaSerranò di Patti contro Trapani in un’altra sfida tutta siciliana che mette ulteriore pepe al campionato.

Shepherd attacca il canestro

Shepherd attacca il canestro

Fortitudo Moncada Agrigento-Basket Barcellona 79-73
Parziali: 10-14; 40-28;58-48; 79-73
Agrigento: Cuffaro, Vai, Evangelisti 14, Williams 9, Chiarastella 10, De Laurentiis, Saccaggi 18, Piazza 10, Udom 2, Dudzinski 16. Allenatore Ciani.
Barcellona: Kelley 17, Marchetti 3, Spizzichini 9, Fiorito, Maresca 4, Leonzio ne, Shepherd 11, Garri 16, Borra 2, Da Ros 11. Allenatore: Perdichizzi
Arbitri: Borgo, Caforio, Pecorella

Foto in evidenza di Agrigentosport

Commenta su Facebook

commenti