De Vito: “Al “Menti” l’arbitro ci ha messo del suo. L’infortunio? Ho ancora fastidio”

De VitoDe Vito è stato tra i più positivi (foto Giovanni Chillemi)

Complice un infortunio ha assistito da casa al match perso dal Messina a Castellammare di Stabia. Un ko incassato in rimonta e tanti rimpianti. Grande l’amaro in bocca anche per Andrea De Vito, il cui forfait ha costretto Lello Di Napoli a varare una difesa completamente inedita da opporre alle “vespe”: “La squadra che ha giocato al “Menti” mi ha fatto un’ottima impressione. I miei compagni hanno tenuto bene il campo, sfiorando anche il 2-0, poi gli episodi ci hanno condannato e l’arbitro ci ha un po’ messo del suo” ha detto l’ex varesino nella settimana che conduce alla sfida casalinga con il Lecce.

De Vito opera un traversone

De Vito opera un traversone

La direzione di gara di Amabile di Vicenza, che ha assegnato due rigori ai campani, però non gli è proprio andata giù: “Con il fatto che il Messina sia già salvo spero che gli arbitri non vengano a indirizzare le partite. Cosa non mi è piaciuto domenica? Nei primi venti minuti ci sono state tante punizioni per loro e invece per poco non fischiava nemmeno fallo per quell’intervento su Berardi. Tanti piccoli episodi che hanno inciso sull’andamento della sfida”.

De Vito rinvia il pallone in occasione

De Vito rinvia il pallone

Da centrale difensivo si trova ormai a suo agio, dopo una prima parte di stagione giocata da esterno sinistro, ovvero nel ruolo abituale. “Da centrale si fa più a sportellate con gli avversari e si tocca un numero maggiore di palloni. Inoltre ho un compagno di reparto come Martinelli che ringrazio per i consigli. Penso che fin qui non sia andata male nel nuovo ruolo”.

De Vito gestisce un possesso

De Vito gestisce un possesso

Il rischio, tuttavia, è quello di vederlo ancora fuori anche per il match con il Lecce che giungerà al “Franco Scoglio” a caccia di punti per restare in corsa in chiave promozione. “Purtroppo deriva tutto dall’ematoma subito nel match contro il Catanzaro. Quando corro avverto ancora fastidio come se rischiassi uno stiramento. Sarebbe dunque meglio restare fermo un’altra settimana e poter giocare le prossime partite, anziché danneggiare l’intero finale di campionato”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva